Tutte le donne del Cavaliere

di IsayStaff 5

Bravi ma basta! Si era detto ieri che, vera o falsa che fosse la notizia della candidatura di Aida Yespica, non sarebbe stata l’ultima e che sicuramente ne avremo viste ancora delle belle, è vero. Ok, la campagna elettorale bonsai richiede massima sintesi di forma e contenuti, messaggi chiari e volti nuovi. Ma di questo passo tra una settimana qui si rischia di commentare la discesa in campo del Gabibbo.


Sforziamoci di essere seri, nei limiti concessi dalla situazione.


E cerchiamo di fare ordine. I fatti. Metti che ieri hai comprato Il Foglio (!). Tranquillo, è un esempio. Nella prima delle quattro pagine che lo compongono, di spalla, tra Il noir delle elezioni in Sicilia e Il nostro caos calmo, in cui si cerca di spiegare il perché della lista pro-life (già, perchè?), ti saresti trovato di fronte a questo:

Chi l’ha vista fare la capriola, nuda, nella vasca idromassaggio del Grande Fratello 3 sa che è tutto uno scherzo: Angela Sozio, la rossa, candidata nelle liste del Popolo della Libertà, no. Non può essere vero

E invece, a meno di smentite, stavolta sembra vero. Cercate di avere reazioni contenute, comunque. Intanto, nel giorno del grande tradimento di Aida che, dimostrando di averci preso gusto oggi ha laconicamente dichiarato:”Mi candiderei per Veltroni”, il Cavaliere, che ieri a Matrix si è definito di di larghe vedute, si consola facendo il pieno di candidature femminili.


La squadra sembra pronta alla discesa in campo. In piedi da destra, la manager Deborah Bergamini, per meriti acquisiti sul campo, l’ex governatrice della regione di Nassirya Barbara Contini, la gettonatissima Luisa Todini, imprenditrice umbra ed Eugenia Roccella, portavoce del Family day strappata all’UDC; accosciate da sinistra ovviamente la Michela Vittoria Brambilla e oltre la già menzionata Angela Sozio, e solo per una questione di par condicio, Katia Noventa.


Ma che c’azzecca, direbbe l’accigliato Di Pietro. Invece c’azzecca, perchè se davvero si concretizzasse la candidatura della showgirl veneta, ex fiamma di Paolo Berlusconi, allora si riequilibrerebbe il conto interno con la candidatura di Mariella Bocciardo, ex moglie dello stesso Paolo… affinchè sia Family Day tutto l’anno!

Commenti (5)

  1. Via Tiburtina, alta, verso Largo Beltramelli c’ e’ un supermercato, mi pare un Todis… Li’ troverete la pizzeria della Rossa… Di lei non v’e’ traccia umana, ma le foto che i cari tengono appese in bella mostra si’…

  2. per noi donne che seriamente abbiamo lavorato in prima linea per una sua vittoria , per una nostra vittoria è uno schiaffo mostruoso che ci porta apensare che essere persone che hanno usato la testa invece delle proprie grazie è stato un vero errore

  3. Di cosa ci stupiamo belle donnine? sappiamo che il nostro charme è l’unica cosa che possediamo nella società di oggi, dove tutto è immagine e modo di vendersi. Che è cruda realtà lo sanno anche loro e la sfruttano….loro chi? I mecenati del conformismo borderline, ovviamente! Non esistono più valori, come pretendiamo che considerino noi donne per il nostro cervello o per la nostra figura di madri? E poi fa più effetto un visetto d’angelo o un bello stacco di gambe (Yespica stile) pittosto che una figura temeraria e compromessa (Political stile). Ovviamente di competene politico rappresentative non se ne parla. Conformismo,sesso, irrisolutezza e moda sono la chiave di tale sfacciatagine, peccato solo che siano i nostri “ILLUMINATI” rappresentanti a sceglierne la linea.
    Ps dimenticavo di porvi una domanda: ma loro sono di quelli cattolici tradizionalisti? Ma si, sono anche di quelli ILLUMINATI da DIO o di quelli che di questa realtà se ne stupiscono. E voi, di che stile siete? Vogliamo ragionare con le nostre concrete teste oppure incrementare la moda del finto potere della “donna”? Se ci pensate bene….tutti siamo nati da una madre.

  4. Oggi più che mai dimostrano lo scarso rispetto che berlusconi ha per la donna e il suo ruolo nella società. Peccato perchè alcune di noi in politica si sanno far valere come daniela melchiorre dei liberali democratici….

  5. hai ragione letizia in questo ciarpame senza pudore sono poche le donne che si salvano

Lascia un commento