Nessuno tocchi i sondaggi. E nessuno voti Udc

di Angela Gennaro Commenta



Silvio Berlusconi non perdona. Sui sondaggi, poi. Nessuno tocchi i sondaggi. Prontamente, ha chiamato sbraitando il suo Tg4 e il suo Emilio Fede. Pd e annesso Walter Veltroni

hanno iniziato a usare le armi di sempre in campagna elettorale e diffondono sondaggi artefatti e non veritieri, per i quali il Pdl avrebbe solo 6 punti di vantaggio

Sei non è certo un bel numero, quando gli si può sostituire piuttosto un bel dieci.


L’uomo di Arcore ha chiamato, si diceva, la sua redazione del Tg4 di Emilio Fede.

I nostri sondaggi da 3 settimane ci danno in stabile vantaggio del 10% e un sondaggio di oggi di Euromedia dà il Pdl al 46,4% e il Pd al 36,4%

Notizie false e tendenziose. Elementi ulteriori vengono da valutazioni e dati buttati ai quattri venti. Numeri non reali, secondo il Cavaliere, anche sull’Udc, specchio di un modo scorretto di portare avanti la campagna elettorale.

Per i loro sondaggi sarebbe al 6%, mentre per i nostri è al 3,8%


Già che si trova, dato che a Fede, certamente, non verrà certo in mente di interromperlo, annuncia con gran fasto i suoi nomi eccellenti, alcuni dei candidati del Pdl alle prossime elezioni: l’ex comandante della Guardia di Finanza Speciale, l’organizzatrice del Family Day Eugenia Roccella, la giornalista Fiamma Nirenstein e l’ex governatore di Nassiriya Barbara Contini. Ratttatttatttatttà. Un colpaccio dopo l’altro, per il Cavaliere. Nomi e storie decisamente di forte appeal. E sui candidati del Pdl, sottolinea Silvio,

hanno diffuso notizie infondate. Avremmo candidato addirittura Aida Yespica, che è cittadina straniera e non può votare in Italia

Eppure la sua delusione sembrava così reale e palpabile, all’epoca del no della Signora del Bagaglino. E’ amareggiato, Silvio. I media, quei cattivoni,

non danno alcuna notizia sui nostri candidati importanti

Mica come Fede, diciamocelo. Insomma, girano

notizie false su persone che mai ci è venuto in mente di candidare

Mai, Aida, mai. Neanche lontanamente, Aida. Riassumendo?

Noi vinceremo con una larga maggioranza e quindi avremo il dovere di governare senza nessuna grande coalizione, senza nessuna larga intesa


Che cosa ne pensa il buon e sorridente Casini, sorriso smagliante sui cartelloni di ogni città, delle precisazioni berlusconiane? Se la ride, lui, se la ride da un po’ – anche perchè il sorriso smagliante va ben messo in mostra.

Berlusconi ormai parla solo dell’Udc, distribuendo falsi sondaggi e spiegando che siamo come Veltroni. Gli consigliamo di vivere serenamente la nostra crescita politica tra i moderati italiani. Sono in tanti che rifiutano con noi una concezione proprietaria della politica. Comunque se vuole continuare a parlare di noi lo ringraziamo della pubblicità: è ingannevole ma gratuita

Fu delfino, e il cipiglio da imprenditore certamente è rimasto.


Il sondaggio con le preferenze per i vari tipi di teneri animaletti dell’immagine, naturalmente, è una scelta consapevole.

Lascia un commento