Popolo spagnolo, D’Alema è con voi

di IsayStaff 1

E’balzato all’onore delle cronache l’attentato terroristico che ha sconvolto la Spagna in questi giorni di fine campagna elettorale. Il popolo iberico infatti è pronto per andare a votare e in questo clima di tensione “positiva” l’Eta ha pensato bene di mostrare le unghie.

Non è il primo attentato che l’organizzazione fa e non sarà probabilmente nemmeno l’ultimo, ma il fatto che l’Eta sia voluta intervenire proprio ora, in un momento fondamentale per la Spagna quali sono le elezioni, dimostra la voglia, da parte dell’organizzazione, di indipendenza dallo stato spagnolo.

Nell’attentato terroristico che ha portato alla morte dell’ex esponente socialista Isai’as Carrasco, ci sono molti più significati di quanti in realtà se ne riescano a vedere. Il fatto che i paesi baschi richiedano l’indipendenza dallo stato spagnolo è cosa nota da tempo (ricordiamo che i paesi baschi non sono solo spagnoli, ma sono costituiti da 4 regioni spagnole e 3 francesi) e che i loro modo siano ampiamente opinabili è altra cosa nota. Il fatto però che le forze politiche abbiano reagito in modo opposto alle richieste dell’Eta, forse, era un po inimmaginabile.

Siamo in piena campagna elettorale, con le forze politiche pronte a darsi battaglia all’ultimo comizio, all’ultima parola, all’ultima promessa pur di divenire presidente. Eppure l’attentato a Carrasco ha fatto si che le forze politiche si stringessero insieme, in un unico ideale, ovvero “Basta agli attentati terroristici”. Gli spagnoli odiano che i loro diritti vengano messi sotto le scarpe e l’atteggiamento dell’Eta in un momento particolare come quello di una campagna elettorale, ha fatto sì che tutti gli spagnoli condannassero pienamente l’atteggiamento del movimento di indipendenza basco.

Non solo dalla Spagna arrivano parole di sostegno, parole di appoggio nei confronti del popolo spagnolo. Il nostro ministro degli esteri, tramite una nota della Farnesina, ha reso infatti noto il pensiero “italiano” alla situazione:

Esprimo la piu’ ferma e sdegnata condanna per l’attentato avvenuto oggi in Spagna, nel quale ha perso la vita l’esponente politico Isai’as Carrasco. Nel rivolgere le piu’ sentite condoglianze ai familiari della vittima, mi faccio interprete della piena solidarieta’ dell’Italia al popolo spagnolo ed alle istituzioni democratiche della Spagna nel loro impegno nella lotta contro il terrorismo.

Un pensiero che non può essere non condiviso. L’unico modo per combattere il terrorismo è rimanere uniti. E anche noi facciamolo per il nostro presente, ma soprattutto per il nostro futuro.

Commenti (1)

Lascia un commento