Decreto del Fare bis agevolazioni sui mutui

di Alba D'Alberto Commenta

governo letta

Il governo delle larghe intese continua ad essere molto preso da tutte le situazioni economiche necessarie a fare uscire il paese dalla crisi economica. I primi temi che il Governo Letta ha trattato sono stati quelli legati alle priorità della popolazione italiana come l’Imu, gli ammortizzatori sociali e l’aumento dell’Iva (tema che negli ultimi giorni sta creando delle forti tensioni tra il Partito Democratico e il Popolo delle Libertà). Situazioni finanziarie, quest’ultime, che il governo tecnico non poteva fare a meno di prendere in considerazione date anche le loro scadenza.

L’esecutivo guidato da Enrico Letta vuole estendere il suo operato ad un tema delicato della politica economica, ovvero il settore immobiliare e dei mutui. In tutta Europa questo settore è in difficoltà anche se ultimamente alcuni dei paesi principali, come la Gran Bretagna, sembra che stia riuscendo a far ripartire il mattone londinese e del sud dell’Inghilterra. In Italia, invece, per il momento non ci sono stati cambiamenti e così il governo delle larghe intese vuole intervenire su quelli che sono i mutui.

Infatti, in quello che sarà il Decreto del Fare bis, l’esecutivo intende agire sui mutui, aiutando le giovani coppie ed i lavoratori precari a poter avere delle agevolazioni che hanno il fine di far ottenere un mutuo.

Attualmente sono stati messi a disposizione della Cassa Depositi e Prestiti euro 100 milioni che andranno a sostenere le difficoltà legate ai mutui nel seguente modo:

  • Fondo di Solidarietà per un ammontare di 40 milioni di euro per sospendere il mutuo delle casa di tutte le famiglie in difficoltà;
  • Fondo di Garanzia per un ammontare di 60 milioni di euro per fare avere i mutui a tutti i lavoratori precari.