Primarie Pd cosa farà Renzi

di Roberto Rossi Commenta

 Archiviato il successo di ieri, una delle principali domande che affollano le community del Pd è: cosa farà Renzi nei prossimi mesi. “Finalmente ho fatto qualcosa di sinistra: ho perso” – ha infatti affermato il sindaco di Firenze, senza tuttavia sbilanciarsi sul proprio impegno in favore del Partito. Ma quali sono state le dichiarazioni di Renzi? E cosa ha lasciato intendere sul futuro il sindaco di Firenze? Ecco una breve cronistoria di una delle notti più lunghe della vita del “rottamatore” per eccellenza.

Poco dopo le 20, a margine dei primi sondaggi, il sindaco di Firenze ha ammesso la sconfitta scrivendo su Twitter: “’Era giusto provarci. Grazie di cuore a tutti”’. Un’ora dopo il sindaco si è presentato alla Fortezza da Basso a Firenze, dove aveva convocato i suoi sostenitori e dove ha tenuto un discorso che, nel proprio piccolo, è già entrato a far parte della storia del Pd.

“’Lui ha vinto e noi no, congratulazioni. Nessun rimpianto. Abbiamo offerto due modelli di centrosinistra. Abbiamo raccontato due diverse idee di Italia: oggi dobbiamo prendere atto che la nostra idea non e’ stata vincente. Io ho perso. I risultati che abbiamo ottenuto non bastano: non eravamo qui per fare una battaglia di testimonianza” – ha concluso il sindaco – “’Volevamo prendere in mano il governo del paese e non ce l’abbiamo fatta: abbiamo sbagliato qualcosa. Spero che dopo aver visto un under 40 provarci altri trovino il coraggio di fare altrettanto. Non era l’ambizione di un ragazzetto, come ha scritto qualcuno. Era il voler dare un senso a un sogno, alla nostra tenacia. Non sono riuscito, fuori dalla Toscana, a scrollarmi l’immagine del ragazzetto”.

Quindi, gli attesi auguri al vincitore, che “deve andare a parlare all’Italia che e’ rimasta fuori dai gazebo. Noi saremo leali. Ma voi, andando a casa, siate orgogliosi di quello che siete riusciti a fare in questi tre mesi. Ne valeva la pena”. Un monito arricchito da una citazione di Bersani (il cantautore, precisa) e da una parvenza di fair play fuori dal comune.

Lascia un commento