Immigrazione, l’Italia supera la Grecia

di Michele Laganà 1

Foto: AP/LAPresse

Il problema immigrazione sta affliggendo l’Italia da ormai troppi mesi. Nonostante gli accordi presi dal ministro Maroni, con gli altri stati che si affacciano sul mediterraneo, da dove provengono il maggior numero di profughi, non cessano gli sbarchi a Lampedusa e coste vicine. Circa 48ore fa, Lampedusa ha visto sbarcare sulle proprie coste, circa mille immigrati.

Nonostante le azioni messe in pratica dal governo per arginare questi sbarchi, la situazione sull’isola siciliana è ancora fuori controllo. Sono troppi gli immigrati e i campi di accoglienza, sono saturi. Nella giornata di ieri, dopo alcuni calcoli fatti dal ministero, l’Italia ha superato la Grecia per numero di immigrati sbarcati sulle nostre coste nei primi tre mesi dell’anno.  Nel primo trimestre, sono state circa 22mila le persone che hanno cercato di entrare in Italia senza permesso.

Mentre lo scorso 2010, nello stesso periodo, furono solamente 150 gli immigrati. La Grecia, nel primo trimestre ne conta solamente 20.000. A scatenare questa ondata di immigrazione, sono state sicuramente le prime rivolte in Africa, la guerra in Libia e altri scontri che stanno nascendo nel territorio africano. L’Italia viene vista come una metà dove poter trovare lavoro, alloggio e qualche soldo da mandare poi alle proprie famiglie che invece restano nella loro terra.

E’ previsto, comunque, un aumento degli immigrati. Viste le belle giornate che si stanno proponendo con l’avvicinarsi dell’estate, le condizioni di navigazione migliorano e quindi molti nuovi sbarchi notturni sono già previsti dalla guardia costiera che sta cercando di fare il massimo per dare un definitivo taglio netto a questa ondata di sbarchi.

Commenti (1)

  1. la guardia costiera non può ” dare un definitivo taglio a questi sbarchi” perchè non può naturalmente usare le armi. La guardia costiera deve invece aiutare le imbarcazioni in difficoltà, come da diritto internazionale. Se il nord del mondo è ricco e con poche nascite ed il sud è povero e con molti giovani bisogna rassegnarsi alle migrazioni. In america c’era il commercio degli schiavi, ora invece vengono gratis.

Lascia un commento