Affonda barca immigrati: 130 i dispersi

di Michele Laganà Commenta

Foto: AP/LaPresse

Duecento immigrati sono stati avvistati nelle acque maltesi vicino Lampedusa. Durante le operazioni di soccorso, da parte della Guardia Costiera, a circa 39 miglia da Lampedusa, solamente quarantotto persone sono state portate in salvo, le altre sono cadute, tragicamente, in mare. Un elicottero, avrebbe avvistato solamente 20 corpi senza vita in acqua.

Le condizioni di recupero dei corpi, sono rese difficili a causa delle condizioni cattive del tempo. Il mare ha una forza fino a 30 nodi. Il barcone aveva lanciato un SOS tramite un sistema di telefono satellitare alle autorità maltesi le quali hanno inviato una richiesta alla guardia Costiera italiana che è intervenuta per salvare gli immigrati.

Secondo la guarda Costiera il barcone era lungo 13 metri ed era partito da due giorni da Zuwarah (Libia). Sulla zona stanno operando gli elicotteri e le motovedette della guardia costiera italiana e un aereo Maltese. Le ricerche, per ora, sono coordinate dalle autorità maltesi, ma comunque, la guardia Costieri, si è riservata il privilegio di inviare nell’area la nave “Flaminia”, ormeggiata a Lampedusa.

Lascia un commento