Sbarco clandestini in Italia: a Lampedusa c’è chi sorride

di IsayStaff Commenta

Foto: Ap/LaPresse

Continua lo sbarco di clandestini in Italia. Ieri tre egiziani sono stati fermarti con l’accusa di essere gli scafisti dello sbarco dei 63 loro connazionali tra Capo Scalambri e Caucana, nel Ragusano e sono stati rinchiusi in carcere dalla Guardia di Finanza e dai carabinieri della compagnia di Modica.

Le Fiamme gialle, inoltre, hanno rintracciato 80 immigrati clandestini (afgani, iraniani, iracheni e pachistani), che erano sbarcati sulla costa di Leuca, nel sud Salento, alcuni dei quali sono stati bloccati sulle coste, altri nell’entroterra.

Non si ferma, intanto, l’emergenza a Lampedusa. Sull’isola si trovano circa 1800 immigrati, ospitati per lo più nel centro di accoglienza, che però è una struttura adibita per contenerne poco più della metà. Uno sparuto numero si trova negli uffici nell’Area Marina protetta a ridosso del Municipio.

La città è stata invasa da’ondata di tunisini, che stanno riempiendo le strade e il centro. Al momento non si segnalano problemi o frizioni con gli abitanti. Anzi, il commercio alimentare e i negozi di abbagliamento sta trovando particolare giovamento dai nuovi venuti, che stanno rimpinguando le casse dei gestori di questi punti vendita.

Lascia un commento