Gheddafi, nega la fuga e parla di guerra psicologica

di Michele Laganà Commenta

 

Muammar Gheddafi torna a farsi sentire, questa volta tramite un messaggio audio mandato in onda da una tv di Damasco, la tv Al Rai. Dallo scorso 23 Agosto, quando i ribelli hanno preso il suo bunker a Tripoli, sono stati molti i messaggi audio che Gheddafi ha inviato alle TV, sue immagini, però, non si vedono dallo scorso 12 giugno. In questo suo ultimo messaggio audio Gheddafi ha ironizzato sulla sua possibile fuga ed ha parlato di guerra psicologica da parte della Nato, inoltre, ha dichiarato nuovamente che l’invasore verrà sconfitto.

“Hanno detto negli ultimi giorni di aver visto Gheddafi in un convoglio verso il Niger – così il colonnello commenta le notizie sulla sua fuga -. Quanti convogli di contrabbandieri e mercanti, persone, transitano ogni giorno nel deserto diretti in Sudan, Ciad, Mali o Algeria. Come se fosse la prima volta che un convoglio attraversa verso il Niger!”

Gheddafi ha poi dichiarato nuovamente che “la Nato sarà sconfitta perché le sue risorse materiali non le permetteranno di continuare”, ed ha dichiarato che sono pronti “a Tripoli e dovunque a intensificare gli attacchi contro i ratti e i mercenari, che sono una banda di cani”.

Insomma, continuano le accuse da parte di Gheddafi nei confronti della Nato, ed non c’è nessun accenno a voler  terminare quanto prima questa inutile guerra di territorio. Non ci resta che attendere il prossimo messaggio audio del rais che sicuramente non si farà aspettare.

Lascia un commento