Raid Nato a Tripoli, affondate 8 navi di Gheddafi

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

Nuovi raid della Nato questa notte a Tripoli. Questa volta sono state colpite otto navi del rais Gheddafi. La Nato informa di aver colpito le città di  Tripoli, Homs e Sierte. Il vice comandante della missione, spiega:

Tutti gli obiettivi della Nato sono di natura militare e direttamente legati ai sistematici attacchi del regime contro i civili – ed aggiunge – e in considerazione dell’escalation nell’uso della forza navale, non abbiamo avuto altra scelta che agire con decisione per proteggere la popolazione civile della libia e le forze marittime dell’Alleanza

Mentre la Nato informa di questa nuovi attacchi, il rais ritorna in un video. Il rais si vede in buona  salute davanti ad una televisione accesa sul primo canale d’informazione di stato e segna la data di “giovedì 19 Maggio 2011”. Il rais indossa un vestito bianco e nero.

Poche ore dopo la messa in online di questo video, un comunicato del regime libico, informa che “Non è Obama che decide se Gheddafi lascia la Libia o no” ma “è il popolo libico che decide il suo futuro” , questo in risposta alle affermazioni di Obama dei giorni scorsi. Il portavoce del governo libico, smentisce le dichiarazione di una possibile fuga della moglie di Gheddafi: “La moglie del colonnello, Safia, sta bene, è in buona salute ed è a Tripoli e anche la figlia Aisha è a Tripoli”.

Lascia un commento