Filippo Penati, indagato per corruzione e concussione

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

Filippo Penati, vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia per il Partito Democratico, è indagato per corruzione e concussione. E’ quanto emerge da un inchiesta della guarda di finanza della Repubblica di Monza e riguarda l’area Falck di Sesto San Giovanni.

In queste ore, la guardia di finanza sto portando a termine alcune perquisizione per confermare quanto riscontrato durante le indagini preliminari.  L’inchiesta che vede indagato Penati, era stata avviata nell’ambito di quella sull’area Santa Giulia. L’accusa che viene rivolta nei confronti di Penati, parla di circa quattro miliardi di lire di tangenti che Filippo Penati, avrebbe ricevuto tra il 2001 e il 2002. Fino all’anno 2001, Penato, è stato il sindaco di Sesto San Giovanni, confermato con il 56% dei voti.

Nel 2004, Panati, dopo la scadenza del mandato del presidente provinciale del centro destra, Ombretta Colli, si propone come presidente della Provincia ed ottiene in secondo turno di votazioni il 54% dei voti, occupando così il ruolo di presidente della Provincia di Milano fino al 2009.

Penati, nel 2010, è stato candidato dal PD per la presidenza della Lombardia. Viene rieletto Formigoni per la quarta volta, mentre Penati, viene eletto al consiglio Regionale Vice Presidente dello stesso Formigoni.

Lascia un commento