Chiesto il rinvio a giudizio per Berlusconi

di Angela Gennaro Commenta



Splendida donna, Evelina Manna. La Procura della Repubblica di Napoli ha richiesto il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi, nell’ambito dell’inchiesta sulle segnalazioni a favore delle attrici Russo, Manna, Ferranti e Troise fatte dal leader di Forza Italia al presidente di Rai Fiction, Agostino Saccà. Il reato contestato, dunque, è corruzione.


Per l’indagine, condotta dal Pubblico Ministero Vincenzo Piscitelli, si profila il reato di corruzione perchè Agostino Saccà avrebbe favorito le attrici in questione, in seguito alla segnalazione. Raccomandate per partecipare ad alcune fiction. Berlusconi avrebbe promesso, in cambio, un sostegno alle future attività private dello stesso Presidente di Rai Fiction.


Il fulcro delle indagini è costituito da intercettazioni telefoniche effettuate sulle utenze di Saccà. La richiesta di rinvio a giudizio è stata trasmessa al Giudice per le Indagini Preliminari, che, nei prossimi giorni, assegnerà il provvedimento.

Inoltre, una costola dell’inchiesat è stata trasferita a Roma per competenza. Perchè si tratta del suo lato più politico: la presunta compravendita di senatori da parte di Silvio Berlusconi, che sarebbe avvenuta nelle settimane antecedenti alla votazione della legge Finanziaria.


Il partito di Silvio, naturalmente, tutto sceglie sugli sviluppi della vicenda tranne il silenzio stampa. Commenti, difese, dichiarazioni. Il portavoce, Paolo Bonaiuti, effettua a suo modo una sintesi sublime: solito attacco del solito settore della solita magistratura politicizzata. Naturalmente, Napoli come città di un ramo dell’inchiesta non può non essere un invito a nozze: sarebbe ingenuo pensare che a Napoli ci si occupi di rifiuti.


Non finisce qui. Viviamo in un clima di barbarie e inciviltà e l’unica via di uscita è ricorrere alla disobbedienza civile. Parola di Bondi. Sandro Bondi. Roberto Schifani, l’esistenzialista, sentenzia come non più rinviabile interrogarsi sulla politica italiana. La chicca è An, che attraverso Gasparri patecipa emotivamente alla vicenda: Perchè l’aggiunto di Napoli Mancuso non si occupa di Napoli sommersa dai rifiuti invece che delle attrici forse raccomandate da Berlusconi? In effetti, faccenda di poco conto la presunta corruzione di un presidente della Tv pubblica e la compravendita dei senatori indecisi.


Lascia un commento