Elezioni politiche 2013: gli indecisi sono 5 milioni

di Roberto Rossi Commenta

 A poche ore dal via dell’attesa tornata elettorale politica 2013, gli indecisi sarebbero ancora 5 milioni di unità. Stando a quanto dichiarato da una recentissima analisi compiuta da Renato Mannheimer per il Corriere della Sera, il voto del 30 per cento dell’elettorato sarebbe indotto a considerazioni dell’ultimo minuto. L’incognita meteo potrebbe inoltre condizionare il voto al Nord, penalizzando soprattutto i partiti tradizionali.

Insomma, a pochi giorni dal voto un votante su tre sarebbe ancora indeciso sul da farsi. Per quanto riguarda gli indecisi, secondo Mannheimer, con dichiarazioni riportate dal TGCOM , “si tratta in larga misura di donne, meno giovani di età, con titolo di studio relativamente basso, spesso residenti al Sud, di professione casalinghe o pensionate e, specialmente, molto poco interessate alla politica”. Inoltre, dichiara il sondaggista nelle sue elaborazioni a margine del sondaggio compiuto, “una quota rilevante di cittadini arriva alla scelta definitiva solo all’ultimo momento, anche in base alle dichiarazioni di questo o quell’altro candidato. Per questo, le battute finali della campagna elettorale saranno decisive per la scelta di molti” (vedi anche Ultimi sondaggi prima delle elezioni).

Tuttavia, sul voto del fine settimana entrante vi sarebbe una ulteriore incognita, rappresentata dal meteo. Stando alle previsioni del tempo, infatti, il Nord sarà ancora stretto nella morsa del gelo e potrebbe subire l’impatto di nevicate importanti, anche a quote basse. Stando a quanto sostenuto dai sondaggi della Swg, ancora riportati dal Corriere della Sera, in tal modo sarebbero danneggiati nella stessa misura il Pd e il Pdl, mentre secondo il professor Roberto D’Alimonte “il cattivo tempo penalizzerebbe maggiormente l‘elettorato di Berlusconi” (vedi anche Sondaggi elezioni politiche febbraio).

Ancora pochi giorni, e sapremo se il tempo avrà veramente inciso sull’imminente tornata elettorale. E voi? Andrete a votare o rimarrete a casa in una meditata astensione? Ve la sentite di dirci per chi voterete, e perché?

Lascia un commento