Berlusconi sponsorizza Renzi

di IsayStaff Commenta

Silvio Berlusconi sponsorizza Matteo Renzi, appena sbarcato in ballottaggio per la poltrona di nuovo leader della coalizione di centro sinistra insieme all’attuale segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. Durante un intervento alla trasmissione televisiva “La Telefonata”, di Belpietro, l’ex premier afferma come “gli italiani sono lontani dalla politica. Il 70% degli italiani è disgustato dalla politica e dai partiti (…) Serve cambiare tutto, aprire gli occhi, credo che sia giusto che chi ha avuto l’onore di guidare il governo per dieci anni rifletta su cosa fare per compiere quella rivoluzione liberale che non si e’ realizzata ma non per colpa mia. Stiamo valutando con grande senso di responsabilita’ la situazione”.

Berlusconi (che qui ricorda di saperne più di tutti gli altri italiani) ha poi tracciato le priorità del futuro esecutivo, sottolineando come “la cosa che si deve fare è quella di cambiare le regole della Costituzione e gli strumenti che il governo ha”. Poi, l’ennesimo commento ex post su quanto accaduto al suo precedente esecutivo, con le dimissioni “imposte”, di fatto, da forza esterne.

Inaspettatamente, giunge infine la sponsorizzazione al sindaco di Firenze. “Questo Renzi non ha portato avanti le stesse idee del Pci-Pds-Ds che non hanno mai abbandonato l’ideologia comunista. Con Renzi anche l’Italia potrebbe avere un partito socialdemocratico come l’Inghliterra e la Germania” – ha aggiunto Berlusconi, che evidentemente ritiene Renzi un avversario migliore dei colleghi di partito o di coalizione.

“In Italia abbiamo questa negatività, esiste un partito che si rifa’ ancora all’ideologia comunista. C’e’ la politica dell’invidia, del colpire le classi piu’ abbienti, le imprese, del ‘piu’ spese piu’ tasse’. Questa politica va assolutamente cambiata” – conclude infine Berlusconi. Insomma, l’ex premier crede (sebbene sia rimasto uno dei pochi esponenti di spicco politico nell’area Occidentale del vecchio Continente a pensarla così) che i comunisti esistano ancora, e che possano rappresentare un pericolo. Voi che ne pensate di questa sponsorizzazione di Berlusconi a Matteo Renzi? Nuocerà o gioverà al giovane candidato al ballottaggio?

Lascia un commento