2009, un anno in Politica Live – Quarto tempo

di Angela Gennaro Commenta

La mattina del 6 aprile 2009, l’Italia si sveglia in un incubo. Incubo che di notte si è manifestato con la sua forza arcaica, brutale, violenta, inarrestabile. Incubo di fronte al quale l’uomo non può nulla. La natura che trema. Quella del terremoto in Abruzzo, per l’Apcom, è la notizia più importante del 2009 per gli italiani. Erano le 3.32 di notte. Un violento terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter, con epicentro a una profondità di 5 chilometri, tra il capoluogo L’Aquila, Collimento e Villagrande. E’ stato avvertito chiaramente anche a Roma. La scossa è stata seguita da decine di repliche, a lungo nei giorni successivi.

Il bilancio totale sarà di 307 morti. Di tutte le età, le nazionalità, le estrazioni sociali. Un’umanità che va da un bimbo di cinque mesi, romeno, un anziano signore di 97 anni, abruzzese fino al midollo.

Un incubo che l’Abruzzo ha dovuto affrontare. La ricostruzione è uno dei risultati spesso pubblicizzati dal Governo, e spesso contestati da alcuni abruzzesi e da parte dell’opposizione. Guido Bertolaso è, da allora, un volto indissolubilmente legato alla tragedia dell’Abruzzo.

Molti sono gli avvenimenti, in Italia e all’estero, di aprile 2009. L’11 del mese vengono catturati dai pirati somali nel golfo di Aden dieci marinai italiani a bordo del rimorchiatore Buccaneer. Per loro la liberazione arriverà il 9 agosto. Il 22 in Italia diventa finalmente legge il reato di stalking, introdotto con il decreto contenente nuove norme sullo stupro. Il giorno dopo, il premier Silvio Berlusconi fa sapere che il G8, inizialmente previsto alla Maddalena, verrà spostato all’Aquila. Ad aprile si comincia anche a parlare della suina. E’ dal Messico che si diffonde in tutto il mondo, e scatta l’allarme pandemia.

Il 28 aprile scatta l’epoca del gossip all’italiana, e comincia l’anno di scandali del premier. L’inizio non lascia intravedere quello che verrà. Ma Veronica Lario, ancora moglie di Berlusconi, commenta le dichiarazioni del marito in occasione dei Telegatti, lesive della mia dignità di donna e madre.

Il mese termina con lo storico accordo tra Fiat e Chrysler.

Foto|Dueperuno

Lascia un commento