Web giornale politicalive: 4 agosto 2010

di Joel Commenta

SOMMARIO:
1. Il Governo approva il decreto attuativo dell’autonomia impositiva dei Comuni;
2. Roma 2009, abusi edilizi: 33 citati a giudizio
3. Hamadan: fallito attentato contro il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad. O no?;
4. Libano, il Governo ammette che gli scontri di ieri non sono stati causati da Israele: “Non ha sconfinato”;
5. Italia, consumi elettrici: crescita boom (luglio, +5.4% rispetto al 2009)
6. Unicredit come Fiat: migliaia di posti di lavoro da tagliare (4.700)
7. Buenos Aires: muore Giovanni Ventura (11 anni di galera per la strage di Piazza Fontana, poi assolto)
8. Il il Gup di Palermo, Daniela Troja: “Il pentito Spatuzza è attendibile”
9. Roma, bando internazionale per rifare il look al Colosseo: servono 25 milioni

PER APPROFONDIRE:
Sfiducia Caliendo: mozione respinta con 299 voti contrari
Bp: “Static Kill” tappa il Macondo 106 giorni dopo l’esplosione della Deepwater Horizon
Emergency torna a Lashkar-Gah: riapre il centro chirurgico afghano

WEB GIORNALE DI POLITICALIVE. Flash news dei principali avvenimenti di politica e cronaca del 4 agosto 2010.

FISCALITA’ COMUNALE: via libera dal Consiglio dei ministri al decreto attuativo del federalismo fiscale con il quale si provvede a disciplinare l’autonomia impositiva dei Comuni. Previsti una cedolare secca sugli affitti e la tassa unica per i comuni. Roberto Calderoli, ministro per la Semplificazione normativa: “La cedolare secca sugli affitti è al 20% (nella prima bozza si era parlato del 25%), riguarda gli affitti normali, non quelli agevolati ed entrerà in vigore dal primo gennaio 2011”. Dice la normativa: “Dal prossimo anno il canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione può essere assoggettato, in base alla decisione del locatore, a un’imposta, operata nella forma della cedolare secca, sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle relative addizionali, nonché dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo sul contratto di locazione. Sul canone di locazione annuo stabilito dalle parti la cedolare secca si applica in ragione di un’aliquota del 20 per cento”. Misure pesanti contro gli evasori e i truffatori.

ROMA 2009: l’accusa, inoltrata dalla Procura di Roma, è di abusivismo edilizio. Sotto processo sono finite 33 persone (ivi compresi l’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci; Claudio Rinaldi, ex commissario straordinario per l’organizzazione della manifestazione; l’imprenditore Giovanni Malagò per il circolo Aquaniene, che è stato ancora una volta sequestrato) per aver commesso il presunto reato in occasione della realizzazione dei circoli sportivi sorti per l’evento dei Mondiali di nuoto (Roma 2009); una decina (tra circoli e impianti sportivi) il numero delle strutture messe sotto sequestro.
I Pm Sergio Colaiocco e Delia Cardia hanno trasmesso – come richiesto – gli atti alla procura regionale della corte dei conti; già decisa la data della prima udienza che è stata fissata per il 5 aprile 2011.

ATTENTATO AHMADINEJAD: non si può parlare di attenato sventato, semmai di tentativo fallito. Il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, è uscito illeso in seguito all’esplosione di una bomba nei pressi di Hamadan (350 chilometri a ovest di Teheran): il protagonista (poi arrestato e interrogato) era nei pressi dell’auto che trasportava il Presidente e avrebbe lanciato a mano una granata che è esplosa a circa 100 metri dalla vettura. Nessuna vittima, solo qualche ferito. Qualche minuto dopo, Ahmadinejad era regolarmente nello stadio cittadino per tenere il discorso
trasmesso in diretta dalla tv di Stato: nella circostanza, nessun accenno all’episodio. La polizia locale, intanto, fa sapere che l’attentatore “ha lanciato una potente bomba carta, di quelle che si usano durante i festeggiamenti ufficiali ma il suo gesto non è legato a un tentativo di attentato contro la vita del presidente”. Anche la presidenza iraniana ha smentito la notizia dell’attentato.

LIBANO-ISRAELE: ci eravamo lasciati con una interpretazione strabica, figlia di versioni tra loro contrastanti, e oggi si è fatta chiarezza. Gli scontri di ieri tra milizie libanesi e israeliane presso ad Adaisse (Libano meridionale monitorato da oltre 10 mila Caschi Blu Onu) che hanno causato la morte di cinque persone (tra civili e soldati) non sono frutto dell’invasione degli israeliani. A dichiararlo, il ministro dell’informazione Tareq Mitri, il quale ha confermato che Israele era impegnata a sradicare un albero “situato a sud della Linea blu (quindi in territorio israeliano, ndr). Nessuna violazione, in alcuni tratti le parti non concordano sul tracciato della Linea Blu e ogni volta che succede qualcosa o che una delle due parti vuole operare a ridosso della linea è richiesto l’intervento dell’Unifil”. Come non fosse stato detto nulla, tuttavia, sono poi giunte le parole di un portavoce del Governo: “Quel che è successo ieri è stata una provocazione israeliana perché quando i soldati israeliani hanno iniziato a lavorare oltre il reticolato, i nostri militari hanno subito chiesto all’Unifil di rimandare l’operazione. L’Unifil a quel punto si è rivolta agli israeliani chiedendo di interrompere l’azione ma loro hanno proseguito, scatenando la reazione dei nostri soldati”. Evidente il tentativo del ministro della difesa iIsraeliano, Ehud Barak, di stemperare la tensione: “Spero che non ci sia un’escalation, che avremo un’estate calma e che le cose tornino normali: è stata una provocazione molto grave e abbiamo reagito in modo misurato, equo e immediato. Occorre agire in questo modo per evitare che un incidente locale degeneri in una vera crisi”.

BOOM DI ELETTRICITA’: i consumi elettrici di luglio, lungo la penisola, sono aumentati notevolmente rispetto a quelli dello stesso mese 2009. Incremento del 5,4% con quota 31,5 miliardi di kWh: non solo, registrato anche il picco di potenza in un slo giorno (era lo scorso venerdì 16 luglio) con il consumo che a mezzogiorno aveva superato di un 8.8% la punta massima registrata nel luglio 2009. Ancora: Terna comunica che nei primi sette mesi del 2010, la domanda di energia elettrica ha evidenziato un incremento del 2,5% rispetto al corrispondente periodo del 2009.

UNICREDIT TAGLIA IL PERSONALE: in previsione del piano di riorganizzazione (Banca Unica, Bancone, Insieme per i clienti o One 4C) Unicredit pensa di sfrondare i posti di lavoro in esubero che sarebbero quantificati in 4.700. Lo comunica Lando Sileoni segretario generale della Fabi Cisl, a seguito di un incontro tra l’amministratore delegato dell’istituto di credito, Alessandro Profumo, e i sindacati. “La banca pensa di tagliare 4.700 posti di lavoro in tre anni – dichiara Sileoni – ma non abbiamo sentito una parola sulla conferma a tempo pieno dei lavoratori precari presenti attualmente nel gruppo, né sulle politiche d’assunzione del gruppo per i prossimi anni, come non esiste per la seconda volta dal 2007 ad oggi un vero piano industriale, peraltro previsto per legge”.

GIOVANNI VENTURA:
si spegne a Buenos Aires a 65 anni una delle figure più misteriose e ambigue della storia terroristica italiana degli ultimi 40 anni. Ventura, infatti, fu condannato (poi assolto con una sentenza della Cassazione) per la strage di piazza Fontana. Si era rifugiato in Argentina dopo aver eluso (il 16 gennaio 1979) la sorveglianza speciale che gli era stata imposta a Catanzaro. colpito da una forma grave di distrofia muscolare progressiva, era stato dapprima costretto alla sedia a rotelle e poi ridotto a poter muovere solo gli occhi. A Buenos Aires era riuscito a rifarsi una vita: faceva il libraio e gestiva con altri soci il ristorante-pizzeria “Il Filò”.

SI’ A SPATUZZA: stando alle prime dichiarazioni del Gup di Palermo, Daniela  Troja, Gaspare Spatuzza – mafioso pentito ma non ammesso al programma di protezione del Viminale – merita fiducia. La sentenza a stralci: “Le sue dichiarazioni hanno trovato da un lato riscontro nell’attività investigativa e dall’altro nelle dichiarazioni rese da numerosi altri collaboranti. La valutazione è positiva, sia in punto di credibilità soggettiva, sia in punto di attendibilità intrinseca. Le dichiarazioni rese da Spatuzza appaiono dotate del requisito dell’attendibilità, essendo sicuramente spontanee e sostanzialmente coerenti. Esse inoltre non appaiono ricollegarsi ad alcuna situazione di coercizione o di condizionamento”. La collaborazione tra Spatuzza e i magistrati ha finora portato alla condanna per trent’anni dei sequestratori di Giuseppe Di Matteo (ucciso): Cosimo Lo Nigro, Benedetto Capizzi e Cristofaro Cannella.

RESTAURO COLOSSEO: è on line da oggi il bando di concorso internazionale per la messa a nuovo del Colosseo. Servono circa 25 milioni di euro per restaurare l’architettura e, per la ricerca di privati vogliosi di finanziare il restauro stesso, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il ministro ed il sottosegretario per i Beni Culturali (Sandro Bondi e Francesco Giro) hanno pensato di indire un concorso europeo. In cambio dell’investimento, i privati riceverebbero pubblicità con iniziative specifiche.Tra i maggiori interessati, Diego Della Valle che ha già manifestato l’intenzione di presentare un progetto. Stando alle dichiarazioni dell’archeologo Giuseppe Proietti, commissario per l’archeologia di Roma e Ostia, le priorità per il Colosseo sono almeno tre: “Manutenzione programmata, limitazione del traffico che lo assedia, verifica dello stato di salute delle murature”.

Lascia un commento