Web giornale politicalive: 3 agosto 2010

di Joel Commenta

SOMMARIO:
1. corruzione post-terremoto in Abruzzo, via agli interrogatori;
2. Fabio Granata parla di connivenza tra mafia e politica mentre il Senato approva il disegno di legge con piano straordinario;
3. confermato dal Consiglio di Stato lo stop al rincaro dei pedaggi autostradali;
4. strage sul posto di lavoro nel Connecticut: 8 morti e un suicidio;
5. attacco Taliban in Afghanistan, sei vittime;
6. Bersani si dice non contrario a un Governo di transizione guidato da Tremonti;
7. muore a Palermo Elvira Sellerio;
8. ennesimo tentativo della Bp di arginare la falla nel pozzo Macondo (Golfo del Messico);
9. Istat: produttività italiana in crollo evidente.

PER APPROFONDIRE:
Libano – Israele: il confine torna linea di morte
Finiani e Udc: astensione su Caliendo
MoVimento 5 Stelle: programma. Grillo: “Nè Di Pietro nè Vendola”

WEB GIORNALE DI POLITICALIVE. Flash news dei principali avvenimenti di politica e cronaca del 3 agosto 2010.

 TERREMOTO ABRUZZO: il post sisma avrebbe generato il fenomeno di corruzione politica in ambito di assegnazione appalti per la ricostruzione dell’area colpita dal terremoto. L’accusa: favoritismi non in cambio di denaro ma di regali (preziosi, auto, gioielli). I cinque indagati (l’ex assessore regionale abruzzese Ezio Stati; la figlia Daniela assessore alla Protezione Civile; il compagno della Stati, Marco Buzzelli; l’ex deputato di Forza Italia, Vincenzo Angeloni; Sabatino Stornelli, ex amministratore delegato di Telespazio e attuale amministratore delegato di Selex Service Management, società di Finmeccanica) si sono difesi in alcuni casi respingendo le interpretazioni delle intercettazioni ambientali (Angeloni) e in altri negando illeciti (la Stasi: “”Vorrei dire al presidente Berlusconi che da oggi anche io mi vado ad aggiungere agli altri casi nazionali”).

 MAFIA & POLITICA: Fabio Granata, deputato finiano in quota a Futuro e Libertà nonchè vicepresidente della Commissione parlamentare Antimafia, denuncia infiltrazioni mafiose nei consigli regionali: “Nonostante la condivisione teorica al codice etico promosso dalla commissione Antimafia, sia tra le candidature che tra gli eletti ci sono infiltrazioni e zone d’ombra. Stiamo ricomponendo il quadro e riferiremo alle Camere”. Intanto il Senato approvava il disegno di legge con piano straordinario di contrasto alle mafie e la delega al Governo in materia di normativa antimafia: voto bipartisan, 279 sì e un solo astenuto. Il Presidente del Senato, Renato Schifani, a margine della votazione replica a Granata: “La legalità sia patrimonio di tutti gli uomini che stanno in politica e non esclusiva di qualcuno”.

 PEDAGGI AUTOSTRADALI: il Consiglio di Stato conferma la decisione del Tar del Lazio rigettando la richiesta di sospensiva dell’ordinanza del Tribunale amministrativo avanzata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anas. Resta in vigore lo stop al rincaro dei pedaggi autostradali. L’appello del Governo “potrà essere esaminato nel rispetto del contraddittorio tra le parti nella camera di consiglio fissata per il 31 agosto”. Esulta Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, che, imitato da molti comuni, aveva presentato il ricorso al Tar.

 MORIRE IN AMERICA: un birrificio del Connecticut (Hartford Distributors) diventa teatro di una strage. Omar Thornton, camionista 34enne al quale era stato chiesto di dimettersi dopo un richiamo per motivi disciplinari, ha ucciso otto persone prima di suicidarsi. La testimonianza di un dirigente del sindacato camionisti: “Un funzionario del sindacato lo stava accompagnando in direzione per un colloquio di chiarimento in seguito alla nota disciplinare, quando Thornton si è all’improvviso messo a sparare”.

ATTACCO TALIBAN: è accaduto nella principale base aerea della Nato a Kandahar (sud Afghanistan) dove due attentatori suicidi si sono lasciati esplodere all’esterno del perimetro militare. Un portavoce dei talebani, Yousuf Ahmadi, ha rivendicato la responsabilità dell’attentato. Nello scontro a fuoco che ha fatto seguito, uccise altre quattro persone. In totale, sei morti.

BERSANI APRE A TREMONTI: il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, si prepara a uno degli scenari probabili. Quello della caduta del Governo. Lo fa aprendo all’ipotesi che Giulio Tremonti possa traghettare da qui alle elezioni: “Certamente non potrebbe guidare un governo di transizione chi ci ha portato fin qui. Tremonti? Non lo so, vediamo. Certamente, non potrà essere Berlusconi.

ELVIRA SELLERIO: muore a 74 anni la cofondatrice (assieme al marito Enzo) dell’omonima casa editrice. Elvira Giorgianni Sellerio si spegne a Palermo dove era nata il 18 maggio 1936. Tra gli scrittori pubblicati da Donna Elvira, anche Andrea Camilleri. A ricordarla, anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: “È stata donna di grande finezza e intuito culturale, editrice coraggiosa e lungimirante, animata da forte passione civile”.

PETROLIO MARE: la Bp ha dato il via al nuovo tentativo di tappare la falla aperta nel pozzo Macondo in pieno Golfo del Messico. Dal disastro della piattaforma Deepwater Horizon sono passati più di tre mesi nel corso dei quali sono stati riversati in mare 4,9 milioni di barili di petrolio (circa 780 milioni di litri). 800mila i barili recuperati, gli altri sono andati dispersi o sciolti dai solventi gettati nelle acque del Golfo.

PRODUTTIVITA’ DEL LAVORO: crolla nettamente quella degli italiani che, come rende noto l’Istat attraverso i dati relativi all’ultimo trentennio 1980-2009, 1980-2009, è cresciuta a una media annua dell’1,2% ma nell’ultimo decennio registra un trend negativo (-0,5%). La picchiata arriva nel triennio 2007-2009, quando la produttività ha fatto registrare una caduta del 2,7% medio l’anno.

Lascia un commento