Volantino Br, firmato “il Giornale”

di IsayStaff Commenta

Che al Giornale fossero particolarmente bravi, quasi autosufficienti, lo si sospettava ormai da tempo. Ma che arrivassero addirittura a scrivere di proprio pugno (e autoinviarsi di conseguenza) i volantini e le minacce delle Brigate Rosse, andava oltre le più fervide fantasie.

Un prodotto noto: lettera minatoria, redatta a mano. E poi lui, quel simbolo: la stella a cinque punte. La scorsa settimana, chi si è trovato davanti il volantino a Genova deve aver sgranato gli occhi, e non poco. Sotto la porta d’ingresso della redazione.

Per la Digos, a scrivere sarebbe stato proprio il destinatario delle minacce, Francesco Guzzardi: un giornalista collaboratore della sede genovese del Giornale. Il suddetto è stato quindi denunciato: simulazione di reato e procurato allarme. Il suddetto, stamane, scriveva così.

Lascia un commento