Primarie PD, come si vota, dove e quando

di Angela Gennaro Commenta

Tra poche ore si potrà votare per le primarie del Partito Democratico.Si sceglie il segretario del partito con le primarie, decise per statuto. E’ possibile votare dalle ore 7 alle ore 20 di domenica 25 ottobre. In gara tre candidati: l’attuale segretario, Dario Franceschini, succeduto a Walter Veltroni dopo le sue dimissioni. Pierluigi Bersani, già ministro dell’Industria e ai Trasporti. Ignazio Marino, senatore e chirurgo, nato a Genova.

Chi vota e come

Il Pd ha preparato 10mila seggi per le primarie di domani. Possono votare i cittadini italiani, o europei, residenti in Italia, o cittadini stranieri con regolare permesso di soggiorno. Si vota presentando un documento valido e la tessera elettorale, a fronte di un versamento di 2 euro. Cliccate qui per trovare il vostro seggio. E’ possibile anche telefonare al numero 848.88.88.00.

Come funziona il voto di domani

Vi verranno consegnate due schede per la votazione. La prima scheda, di colore azzurro, è quella per scegliere il segretario del partito e i rappresentanti all’Assemblea nazionale. L’altra scheda, rosa serve invece per l’elezione del segretario della propria regione e dell’assemblea regionale. Il voto è valido tracciando un unico segno su una delle liste collegate ai tre candidati segretari in gara per la leadership dell’opposizione.

Possono votare anche gli italiani all’estero, via internet. Qui il link con tutte le informazioni. Possono votare per le primarie del Partito democratico di domani, tutti i cittadini italiani all’estero registrati all’AIRE (l’Anagrafe italiani residenti all’estero), ma anche i cittadini italiani che alla data di domani, domenica 25 ottobre 2009, siano lontani dal loro rispettivo luogo di residenza. Ad esempio i militari in missione, il personale del corpo diplomatico e consolare, gli studenti Erasmus, i ricercatori universitari all’estero, i cittadini italiani residenti temporaneamente all’estero. Il tutto previa registrazione, che doveva essere fatta entro ieri, 23 ottobre 2009. Possono votare anche gli iscritti ai circoli esteri del Partito Democratico.

Lascia un commento