Polemiche su Alessandro Neviani del PD: “Salvini, prepareremo un altro cappio”

di Daniele Pace Commenta

Rievocazione di Mussolini e della sua morte a Piazzale Loreto in un post apparso online nelle ultime ore

Alessandro Neviani

Pesanti polemiche quelle che si sono venute ad innescare nella giornata di oggi dopo il post di Alessandro Neviani sui social. In realtà si tratta di un commento, che in poche ore ha fatto il giro della Rete, con il quale il consigliere comunale del PD di Formigine ha invocato un altro cappio per Salvini. Un richiamo nemmeno così indiretto a Piazzale Loreto e alla fine di Benito Mussolini, come è stato riportato anche da Bufale.net.

Stando alla foto posta ad inizio articolo, infatti, si può notare come Alessandro Neviani abbia scritto: “Male che vada prepareremo un altro cappio; lui qua è un pazzo pericoloso”. Espressioni molto gravi, soprattutto se pensiamo che da sempre il PD rimprovera alla Lega un certo stile comunicativo che troppe volte in passato ha esasperato i toni del confronto politico. E non a caso il diretto interessato subito dopo si è scusato.

Lawrence Miles, segretario del circolo di Formigine, su Alessandro Neviani

Una presa di posizione importante su quanto avvenuto dopo l’infelice commento di Alessandro Neviani, non a caso, è giunta proprio in questi minuti con una dichiarazione ufficiale da parte di Lawrence Miles, segretario del circolo di Formigine, il quale ha deciso di non minimizzare l’accaduto, pur evidenziando il profilo di un ragazzo di 20 anni che si è lasciato andare ad una leggerezza:

“Credo che Alessandro abbia commesso un grave errore. Il fatto che abbia 20 anni può solo essere una parziale scusante. Come comunità del Partito democratico dobbiamo avere la capacità di non farci trascinare in quella che sembra essere sempre di più la normalità dei social: utilizzare toni sopra le righe, a volte violenti. Toni che lasciamo ad altri, mai appropriati per un esponente politico, in questo caso consigliere comunale, del Partito democratico. Alessandro, scrivendo quel commento, ha mancato di rispetto ad avversari politici, a noi che facciamo parte della sua stessa comunità democratica e soprattutto a sé stesso. Chi conosce Alessandro sa però che quelle parole e quelle idee riportate nel suo commento non gli appartengono”.

Insomma, un brutto capitolo quello vissuto oggi 26 agosto, al netto delle scuse prontamente arrivate da Alessandro Neviani dopo il pessimo commento su Salvini.