Montezemolo: “Il Paese è allo sbando, tentato di entrare in politica”

di Luca Fiorucci Commenta

 Il presidente di Italia Futura Luca Cordero di Montezemolo, intervenendo oggi a Napoli al congresso del sindacato di polizia Siap, ha commentato l’ attuale situazione politica, parlando esplicitamente di un suo possibile impegno in tale ambito: ” Di fronte alle nostre proposte” ha affermato ” la risposta della politica è sempre la stessa: Se vuoi parlare di politica devi entrare in politica. E se la situazione continua a peggiorare, se questo è lo spettacolo che offre la nostra classe politica, beh, allora, cresce veramente la tentazione di prenderli in parola” ha aggiunto. Il nome di Montezemolo è, da diversi mesi, fra i più “gettonati” come possibile leader di un eventuale governo di transizione, e anche come possibile “nome nuovo” della politica, proveniente dal mondo dell’ impresa.
Il presidente della Ferrari non ha comunque lesinato stoccate, come si dice, a destra e a sinistra, a maggioranza e opposizione: di Berlusconi, dice: ” Doveva fare la rivoluzione liberale, guida oggi un governo che più neostatalista e neoliberista non si può, e le tasse su imprese e cittadini sono ai massimi storici. La politica economica del governo è allo sbando, e l’esecutivo si preoccupa esclusivamente di tamponare le emergenze.” E non risparmia critiche al governo neanche riguardo alla politica estera e al suo ruolo sulla scena internazionale: ” Non è accettabile” dice “essere esclusi dalle decisioni sul conflitto in Libia quando siamo noi a pagare il prezzo più alto”.
Montezemolo, inoltre, auspica un risveglio della società civile, invece di quello che definisce un “silenzio assordante” di questa, e critica anche ” i consigli di amministrazione dove far posto ai politici trombati”, che definisce “le uniche discariche che funzionano veramente”.

Ma le critiche non risparmiano l’opposizione: del PD, dice: “Poteva rappresentare la nascita di una sinistra riformista e moderna ed è dilaniato da dibattiti interni senza fine, tanto che spesso non siamo in grado di capire quale sia la sua posizione sui principali argomenti”. Quanto all’ Italia dei Valori, invece, dice: “Nell’ ultima crisi di governo, Berlusconi è stato salvato da due parlamentari del partito di Di Pietro, che tutti i giorni ci delizia con nuovi epiteti rivolti al premier”. E ce n’ è anche per la Lega, che, dice, ” Era nata per tagliare burocrazia e sprechi” mentre ” difende a spada tratta la conservazione di ogni poltrona pubblica su cui può mettere le mani”.
E fra i primi a replicare a Montezemolo, vi è il leader del PD, Pierluigi Bersani, che afferma: “E’ una notizia. Alla buon’ora!” per poi aggiungere: “Entrare in politica significa darsi un appuntamento e io credo che sia ora di darsi un appuntamento elettorale”, anche se tiene comunque a precisare: “Poi ciascuno, se ritiene, si metterà sul piede di partenza”. E il capogruppo del PD alla Camera Dario Franceschini, anche lui al convegno, si sarebbe poi intrattenuto in un lungo colloquio con Montezemolo.

Lascia un commento