Matrix. Ci vado… Non ci vado… Non ci vado

di Angela Gennaro 1



Che faccio. Ci Vado? Non ci vado? Potreeeeeeeei ma. No. Forse è meglio dare una determinata risposta. Meglio di no. Con nobile motivazione.


Silvio Berlusconi stasera non sarà ospite della puntata di Matrix. Eravamo qui, tutti pronti a cancellare qualsiasi precedente impegno. Avrebbe dovuto parlare di intercettazioni e giustizia.


Ma no. Non ci va. Giorni, e giorni, e giorni, e giorni e ancora giorni di polemiche tra maggioranza e opposizione. Ma giorni. Sulle intercettazioni.

Walter Veltroni attacca e promette opposizione. Un

mini indulto

dice. Chissà se credergli.


Comunque nada, Berlusconi non sarà ospite di Mentana. Lo conferma l’anchorman: Silvio ha rinunciato a partecipare alla puntata. Puntata che, naturalmente, era organizzata da giorni. Perchè? Ecco, lo dice una nota ufficiale del Premier:

il gossip ammorba la politica

Insomma, lo volevano far parlare di faccende ammorbanti.


I temi proposti dal programma (intercettazioni e giustizia) avrebbero fatto passare in secondo piano le tante cose fatte dal governo

Scusi, Signor Silvio… Ma non sono le stesse faccende con cui state ammorbando l’italiano medio? Con un movimento che ha avuto del geniale. Prima un paio di pacche sulle spalle nazional-popolari, tra ICI e Robin Hood tax – tutte dagli effetti da verificare con una certa curiosità, sempre per l’italiano medio. Poi… Zacchete: lodo Schifani Alfano Schifani bis. Intercettazioni. Impronte bambini rom. Ah, dimenticavo quasi: norma salva-processi.


Il governo ha lavorato tanto e benissimo in questi primi due mesi di attività. Non mi pare opportuno e producente intervenire sui temi proposti da Matrix

Ma non voleva proprio lui andare in televisione a spiegare agli italiani?


Walter forse gongola: mica se lo fa scappare, lui, Matrix. Martedì prossimo, tutti sintonizzati su Mentana, per sentire Veltroni che, ci tiene a specificare, non parlerà mica di gossip. Ma

delle questioni politiche e sociali che a me stanno a cuore

Se il governo vuole fare un decreto, lo faccia sui salari, sugli stipendi, sulle pensioni e sui prezzi perchè queste sono le urgenze del Paese

Si è scatenato – è un’iperbole, sì – troppo tardi Walter. PS. PARE – pare – che dall’ordine del giorno di domani, previsto per òa seduta del Consiglio dei Ministri, ci sia vaga opportunità che il Premier ritiri il decreto sicurezza. Ma pare.

(ASCA) – Roma, 3 lug – ”Il Consiglio dei Ministri e’ convocato venerdi’ 4 luglio alle 9,30 a Palazzo Chigi per l’esame del seguente ordine del giorno: avvio delle procedure di nomina dei Presidenti di Enti previdenziali; leggi regionali”. Cosi’ Palazzo Chigi, in una nota, annuncia il Consiglio dei ministri di domani.

Nello stringato ordine del giorno non c’e’ l’atteso decreto sulle intercettazioni, anche se fonti di governo non escludono che durante la riunione l’argomento sara’ affrontato


Commenti (1)

  1. Non so chi è peggio se Berlusconi che fa gli affari suoi…o l’ignavia di veltroni che glielo permette surrettiziamente….senza fare opposizione….chiede sempre il dialogo….nn ha capito che è un monologo….Berlusconi sa usare la TV…nn bisogna pòensare di insegnare ai pesci nuotare…
    Good Bye Italia…..
    Requiem per la Repubblica

Lascia un commento