La legge elettorale e il Governo Letta

di Alba D'Alberto Commenta

 La legge elettorale mette alle strette il governo delle larghe intese. Si parla della modifica della legge elettorale italiana da prima della nascita del governo delle larghe intese. Infatti, durante la campagna elettorale che aveva preceduto le elezioni politiche di febbraio 2013, i diversi parti e schieramenti politici si erano ripromessi di modificare la legge elettorale italiana.

Ad oggi, i diversi scontri politici e le diverse visioni sull’argomento, non hanno permesso di modificare l’attuale legge elettorale, una legge elettorale che non solo sembra non piacere al popolo italiano ma che non riesce ad essere nemmeno conforme con la Costituzione Italiana. Con la decadenza di Silvio Berlusconi sembra che le rotture all’interno del governo delle larghe intese si siano accentuate.

E mentre gli scontri politici continuano dentro il Governo Letta, la Corte Costituzionale è pronta a valutare quella che l’incostituzionalità dell’attuale legge elettorale, ovvero la non conformità alla Costituzione del Porcellum. Intanto il governo delle larghe intese cerca comunque di riunire le forze per affrontare questo problema.

Del resto sono stati molti gli argomenti che hanno messo in difficoltà questo governo, da La legge elettorale e le mosse di Giorgio Napolitano fino a Amnistia Silvio Berlusconi: scontro politico per non parlare dell’Imu e di tutte le vicende passate ed attuali come nel caso di L’abolizione della seconda rata dell’Imu: anomalie. Per ora i ministri sembrano cercare i numeri adatti per portare avanti le modifiche opportune che dovranno dare vita a quella che è una nuova legge elettorale, nuova legge elettorale che andrà ad abrogare l’attuale porcellum.

Photo Credits – Andreas Solaro – AFP – Getty Images – 185493987