Clandestino? Niente assistenza medica

di Angela Gennaro 3



Sulle prime pagine dei giornali non c’è. Al loro interno, invece, si scopre.


Medici delatori per la polizia.


Immigrati irregolari privi di cure mediche gratuite.


In parole povere (molto, troppo povere): un emendamento al disengno di legge per la sicurezza, presentato dalla Lega Nord, prevede questo piccolo, insignificante particolare. La solita storia ignobile.

MSF è seriamente allarmata per l’intenzione di porre delle barriere all’assistenza sanitaria per gli immigrati irregolari, mettendo in pericolo il principio universale di accesso alle cure mediche

Medici senza Frontiere Italia lo scrive a caratteri cubitali in una nota stampa ufficiale.


La salute è riconosciuta come diritto fondamentale dalla Costituzione italiana e la legge Turco-Napolitano (1998) e la Bossi-Fini (2002) confermano tale diritto anche per tutti i cittadini stranieri, con o senza permesso di soggiorno

Si ricorda, così, di passaggio.



Eppure, i clandestini in Italia… Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha le sue chiare idee:

L’Italia è uno dei Paesi che integrano di più

Quindi? Mettiamo i paletti, dovessimo mai integrare troppo, a cominciare proprio dalla salute? Si potrebbe cominciare una (pur) necessaria regolamentazione dei flussi migratori da bel altri settori…



I fatti. Il Carroccio ha presentato un bell’emendamento in Senato, con il quale si intende cambiare l’articolo 35 del Testo unico sull’immigrazione. Ad essere preso di mira è il comma 5, che, ingenuamente e incautamente, attualmente ancora recita:

l’accesso alle strutture sanitarie da parte dello straniero non in regola con le norme sul soggiorno non può comportare alcun tipo di segnalazione all’autorità


Sprecare così preziose fonti statistiche e informative? Mandare in aria la chance di rendere i medici spie delle autorità – che hanno, con i loro mezzi, difficoltà esasperata a quantificare il fenomeno dell’immigrazione irregolare???


L’emendamento intende anche eliminare la gratuita delle cure per gli stranieri. L’Associazione studi giuridici sull’immigrazione fa notare che, come spesso accade, verrebbe tirata in causa Nostra Signora Costituzione:

La previsione di sopprimere la gratuità della prestazione urgente o essenziale erogata agli stranieri non iscritti al servizio sanitario nazionale e privi di risorse economiche sufficienti, cozza con l’articolo 32 della Costituzione, che tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo, garantendo cure gratuite agli indigenti

Staremo a vedere.


Commenti (3)

  1. vedi….c’è un Papa che strilla per la sacralità della vita…per gli embrioni…poi quando gli embrioni crescono…se ne frega…
    c’è un giuramento di Ippocrate…ci sono le convenzioni internazionali…
    ma soprattutto c’è un senso di umanità: qui inizia il nazismo=disprezzo della vita.
    NN c’è sui giornali??? e chi lo dovrebbe scrivere quelli che fanno capo a berlusconi…o quelli del collaborazionista Veltroni???

  2. No soldi no guarigione!!!….intanto le cliniche si fottono i soldi dello stato (caso Angelini/Abbruzzo) con l’appoggio delle regioni, degli ordini di finto controllo e dei nostri governatori. Con quei soldi potevamo aiutare anche i “clandestini” (che potremmo essere noi un giorno) e non mi venissero a fare discorsi di bilanci, ordine pubblico e precedenze raziali nazional_fasciste. Ebbene si, sono una populista del caz… che merita di essere disprezzata…., in fondo, si teme sempre ciò che si disprezza. Giornali a parte bla bla bla taciuti o meno….cosa cambia sapere queste cose? Perchè guardare la forma, il modo e, dove sono state scritte? Se poi quando la gente si scandalizza, non è d’accordo o raramente reclama, è vista come il popoletto che frigna senza cognizioni di causa? I paletti ce li abbiamo nella testa…e andiamo incontro al controllo delle vite, meccanizzazioni di canoni strutture, scalini sociali, manipolazioni, egoismo, potere, ecc…fino a giungere alle nevrosi (mentali che neanche i psichiatri potranno guarire in quanto malati anche loro) sataniche del mondo come inferno finalmente fatto di materia, la materia che distrugge l’individuo….il clandestino non omologato.

Lascia un commento