Ruby racconta le feste ad Arcore: “Facevamo il Bunga Bunga”

di Joel Commenta

Foto: AP/LaPresse

Il quotidiano “la Repubblica” sta conducendo un’ inchiesta sul caso di Ruby R., la ragazza marocchina di 17 anni che avrebbe partecipato ad alcune feste a casa del premier Silvio Berlusconi, ad Arcore, riprendendo un’ indagine giudiziaria che però non vede coinvolto il premier, o forse lo potrebbe veder coinvolto come parte lesa, in quanto vittima di un ricatto, e che per adesso ha tre indagati: Lele Mora, Nicole Minetti ed Emilio Fede.

Già la sera del 27 maggio di quest’ anno, infatti, alla Questura di Milano, avviene un fatto singolare. Una minorenne straniera accusata di furto,priva di documenti e senza una casa, sta infatti per essere inviata in una comunità, quando compare una funzionaria trafelata che ordina di lasciarla andare. La funzionaria spiega poi che il capo di gabinetto, Pietro Ostuni,  continua a chiamare al telefono, dicendo di lasciare andare la ragazza, come chiesto da Palazzo Chigi, poichè sarebbe la nipote del presidente egiziano Mubarak.

Entra qui in scena un altro personaggio, Nicole Minetti, la giovane igienista dentale di Berlusconi.La Minetti,  appreso del fermo della ragazza da un’ amica comune, fa un pò di telefonate, si reca all’ ufficio denuncie per portarla via, affermando che la minorenne ha dei problemi e lei la sta aiutando, ma solo la telefonata di Palazzo Chigi al capo di gabinetto sbloccherà la situazione, e, quando sono quasi le 3 di notte, Ruby viene affidata a Nicole. Due mesi dopo, Rudy spiegherà ai giudici che sarebbe stato proprio Berlusconi, una volta informato del suo fermo da Nicole, a spingere quest’ ultima ad andare in questura.


Davanti ai giudici, Rudy ha affermato di non aver fatto sesso con il premier, e di avergli detto di avere ventiquattro anni. La ragazza sarebbe però stata tre volte ad  Arcore, partecipando a feste con decine di ragazze,  feste alla fine delle quali il padrone di casa avrebbe avuto l’ abitudine delbunga-bunga”, ossia dell’ invitare alcune delle ospiti ad un dopo-cena erotico. Il termine, “bunga-bunga”, sarebbe stato preso da un’ usanza dell’ harem africano di Gheddafi.

La giovane avrebbe cominciato a  rivelare ad agosto dei suoi rapprti con Lele Mora ed Emilio Fede.  Quest’ ultimo, circa un anno fa, faceva da presidente di giuria in un concorso di bellezza in Sicilia, a cui partecipava Ruby, e si sarebbe mostrato amichevole con lei, presentandole Lele Mora, e dicendole che questo l’ avrebbe potuta aiutare ad entrare nel mondo dello spettacolo. Una volta trasferitasi a Milano, poi, rimasta in contatto con il direttore del TG4, questi, un giorno, l’avrebbe portata ad una festa ad Arcore.

Le indagini sono in corso, per accertare quanto dica di vero la giovane Rudy, anche se , secondo “Repubblica”, ci sarebbero comunque indizi rilevanti; il premier, che viene descritto come “inquieto”, ha comunque affidato la controffensiva al suo legale, Nicolò Ghedini.

Lascia un commento