Roma, occupato il Ministero della Pubblica Istruzione. Anna Adamolo Ministro Onda

di Angela Gennaro 6




Anna Adamolo è l’Onda Anomala. E’ anche il Ministro Onda dell’Istruzione, Università e Ricerca. Il suo compito è quello di tutelare l’istruzione e l’università italiana.

Il mio primo impegno sarà il ritiro della Legge 133 e della legge Gelmini

Il Ministero occupato. E’ geniale. Pacificamente e virtualmente.


Dopo il Ministro standard e quello ombra, è la volta del Ministro Onda. Un’onda che sta inondando, non c’è che dire. Un’onda che fa parlare di sè. Un’onda che non si arrende, e che sta utilizzando quello che ha – la Rete, la Rete, la Rete – per cambiare la realtà. Non è dato sapere quanto tempo ci vorrà.


Ma la cambierà, perchè la Rete è assai difficile da fermare e, potete scommetterci, stanno freneticamente studiando – senza aver trovato ancora modo efficace – come metterla a tacere. Voglio conoscere il genio di questa faccenda. Naturalmente non si sono impossessati del Sito istituzionale del Ministero. Hanno aperto un nuovo dominio.

Ecco il Disclaimer del Movimento:

Con la manifestazione nazionale del 14 novembre Anna Adamolo ha PRESO
POSSESSO DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE in Italia.
Da oggi il sito

http://www.ministeroistruzione.net

diventa il posto dove studentesse e studenti, ricercatrici e ricercatori,
precari e precarie, docenti e genitori possono esprimere la propria
protesta e costruire le proposte per un vero rinnovamento della scuola.

Anna Adamolo darà voce a tutti loro perchè Anna Adamolo è nata da tutti
loro, si è formata ed è cresciuta nelle lotte contro la legge 133 e i
decreti che vogliono strozzare definitivamente l’istruzione pubblica in
Italia.

Hanno accusato gli studenti di lottare per difendere i baroni, e un sistema
universitario marcio e inefficiente. Hanno accusato i precari di volersi
sottrarre ai concorsi, e i genitori e le maestre di strumentalizzare i
bambini. Studenti, precari e insegnanti sono invece interessati a una vera
riforma della scuola, ma che nasca dal basso e sia espressione degli
interessi della società, non delle caste, delle burocrazie e delle
aziende. Anna Adamolo darà voce a questo desiderio di autoriforma,
amplificherà la voce di chi vuole costruire una scuola nuova con la
propria intelligenza e la propria azione.

Se siete scesi in piazza a manifestare contro la legge Gelmini, se avete
partecipato alle agitazioni nella vostra scuola o nella vostra facoltà, se
avete guardato con simpatia a queste lotte,se credete che sia giunto il
momento di far sentire la vostra voce, venite ad abitare nel nuovo
MINISTERO OCCUPATO:

scrivete la vostra protesta a http://www.ministeroistruzione.net, ad
http://annaadamolo.noblogs.org/ e a [email protected]
telefonate al numero 06-98351264 e raccontate la vostra storia.
partecipate al GOOGLEBOMBING contro il ministero dell’istruzione, linkate
l’indirizzo www.ministeroistruzione.net con la parola “ministero
dell’istruzione”.

Non rivogliamo quello che ci hanno tolto, vogliamo almeno il doppio di ciò
che avevamo.

Anna Adamolo


Ministro Gelmiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiniiiiiiiiiiiiiiiiii???


Commenti (6)

  1. non e’ il sito del ministero della p istruzione….

  2. A un mese dall’inizio delle proteste contro la riforma Gelmini, un primo bilancio è che al di là di qualche incidente e di qualche faziosa lettura che se ne è data, è stato un movimento compatto e trasversale che ha riunito in un’unica voce le aspirazioni di una variegata moltitudine di persone. A dimostrazione che l’esigenza di tutelare il proprio futuro trascende il colore politico e non si sottomette alle ideologie. Ciò che dovrebbe far riflettere la classe politica presente e futura sulla imprescindibilità di ampie convergenze sui temi che incidono sull’avvenire di un’intera nazione.

Lascia un commento