Il Movimento 5 Stelle apre al dialogo e cambia strategia

di Alba D'Alberto Commenta

La novità politica degli ultimi giorni è l’apertura del Movimento 5 Stelle al dialogo con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Grillo e Casaleggio sul blog hanno affermato che la situazione è cambiata, che hanno una proposta sulla legge elettorale e che Renzi è ora un interlocutore più credibile perché ha ottenuto il consenso elettorale alle ultime elezioni politiche. Da parte sua il Presidente del Consiglio gongolo, dicendo che mentre qualche settimana fa lo evitano come se avesse la “peste” ora tutti lo cercano.

 

Il cambio di strategia del M5S segna un passaggio importante. Dopo gli incontri con Bersani e Renzi, dove l’obiettivo sembrava l’umiliazione dell’avversario e la rigidità della propria posizione individualistica, ora qualcosa è cambiato. Probabilmente Grillo si è reso conto che non avrà facilmente il 51% e anche che sulle regole elettorale è meglio discutere per non essere tagliati fuori. Intanto arriva l’approvazione di Calderoli alla proposta di legge elettorale del M5S.

Tra qualche giorno ci sarà l’incontro, al quale però non parteciperanno né Grillo né Renzi. Ci sarà probabilmente meno spettacolo ma si potrà parlare di contenuti con un M5S finalmente propositivo. Renzi ha confermato che sulle riforme si discute con tutti e che sulle stesse non si torna indietro e ha proposto anche che l’incontro sia in streaming. Sarà la rivincita di Renzi? O probabilmente si sta iniziando una partita a scacchi che continuerà fino alle prossime elezioni. Con Forza Italia in caduta e arrovellata nelle sue dinamiche interne, le strategie politiche e di comunicazione del Pd e del M5S sono importanti per cercare consenso già da ora e fino alle prossime elezioni.