Villa Certosa, in arrivo nuove foto?

di Redazione 1

Silvio Berlusconi, ancora foto. Il fotografo sardo Antonello Zappadu, balzato agli onori della cronaca per le foto di Villa Certosa pubblicate da El Pais, fuori l’aula di tribunale di Tempio Pausania, (dove decideranno se verrà o meno processato per violazione di domicilio e violazione della privacy), rivela la storia delle foto pubblicate da Oggi due anni fa. Foto del Premier (allora capo dell’opposizione) con cinque ragazze che si alternano nel sederglisi in grembo nei giardini di villa Certosa.

Zappadu rivela:

Le 700 foto che mi hanno sequestrato non sono le sole che ho fatto. Se proprio la devo dire tutta, io, tra il 2006 e il 2009, ho scattato cinquemila fotografie. All’aeroporto di Olbia e all’interno di Villa Certosa

E c’è chi gli chiede: che foto?

Risponde il fotografo:

Nulla di pruriginoso. Piuttosto, direi immagini politicamente imbarazzanti. Ne posso raccontare una: sarà stata la tarda primavera del 2008 e nei giardini della villa, c’è un finto matrimonio tra Berlusconi e una ragazza. Ci sono il bouquet di fiori e un gruppo di altre ragazze intorno a loro che applaudono divertite

Nuove foto, dice, usciranno presto. Ma all’estero. Nuove foto, destinate a suscitare nuove polemiche e soprattutto a non far cambiare il trend vergognoso che la politica italiana ha ormai intrapreso – e in tutti gli schieramenti. Zappadu, il fotografo più famoso del momento, fa sapere due cose: l’archivio di immagini di Silvio Berlusconi e dei suoi ospiti a Villa Certosa, nonché dei suoi spostamenti per arrivarvi con voli di Stato e Fininvest, è sette volte più grande di quello che, il 30 maggio scorso, Niccolò Ghedini, avvocato del Presidente del Consiglio, ha “congelato” grazie ad  un esposto alla Procura della Repubblica di Roma. In più, dice il fotografo, quelle foto sarebbero già in giro, in circolazione e starebbero per far esplodere il nuovo caso.

Commenti (1)

Lascia un commento