Rogo in un campo Rom a Roma, muoiono 4 bambini

di IsayStaff 2

Foto: Ap/LaPresse

Una città come Roma non può accettare una tragedia come questa. Urlerò al governo, chiederò poteri speciali da assegnare al prefetto per l’emergenza rom”. Un amareggiato Gianni Alemanno commenta così la morte dei quattro fratellini (tre maschi e una femmina, tra i 4 e gli 11 anni. ), che ieri sera hanno perso la vita in seguito a un incendio divampato in un campo nomadi di Roma.

Il sindaco della Capitale punta il dito contro la burocrazia che “ha fermato il nostro campo nomadi, campi regolari dove queste tragedie non sarebbero avvenute. Voglio che al prefetto siano assegnati poteri speciali perché i campi regolari, i tre che abbiamo già programmato siano realizzati. E siano realizzati subito”. Parole che hanno fatto insorge il Partito democratico, secondo cui è “paradossale che Alemanno se a prenda con la burocrazia”.

Il coordinatore Pd Sergio Gaudio dice:

Le parole di Alemanno ci lasciano esterrefatti, parole orribili, parole che offendono le nostre sensibilità di persone e di cittadini, perché nel giorno del lutto non ci saremmo aspettati questo indegno scaricabarile, perché non si possono chiedere poteri speciali quando questi sono già disponibili solo per non volersi prendere alcuna responsabilità.

Commenti (2)

Lascia un commento