Nato l’8 luglio

di IsayStaff 2



Tre cittadini, per fortuna, si sono attivati per tempo. Muoversi in autunno sarebbe già troppo tardi

Dice Sabina Guzzanti nell’audio della sua adesione. E rivela:

Ho votato PD

Il più inquietante, forse anche il più coinvolgente tra gli appelli e le adesioni alla manifestazione di domani a Piazza Navona, qui a Roma, è forse quello di Umberto Eco.

Eccola

8 luglio, l’adesione di Umberto Eco: è in pericolo la democrazia
A Furio Colombo, Paolo Flores d’Arcais, Pancho Pardi

2 luglio 2008

Cari Amici,
mentre esprimo la mia solidarietà per la vostra manifestazione, vorrei che essa servisse a ricordare a tutti due punti che si è sovente tentati di dimenticare: (1) Democrazia non significa che la maggioranza ha ragione. Significa che la maggioranza ha il diritto di governare. (2) Democrazia non significa pertanto che la minoranza ha torto. Significa che, mentre rispetta il governo della maggioranza, essa si esprime a voce altra ogni volta che pensa che la maggioranza abbia torto (o addirittura faccia cose contrarie alla legge, alla morale e ai principi stessi della democrazia), e deve farlo sempre e con la massima energia perché questo è il mandato che ha ricevuto dai cittadini. Quando la maggioranza sostiene di aver sempre ragione e la minoranza non osa reagire, allora è in pericolo la democrazia


Umberto Eco. Per lui potrebbe un po’ valere il discorso fatto nei giorni scorsi per Camilleri. Siamo, invero, curiosi di vedere i frutti della nascita dell’8 luglio 2008.


Commenti (2)

  1. Un paese dilaniato dalla crisi economica ed assediato da mafie e corruzione non può farfugliare leggi per l’immunità divina del duce di Arcore. Veltroni dovrà rendere conto della sua indifferenza e dei suoi accordi. Sarà travolto dal suo stesso popolo. Tutti in piazza. Abbattiamo il regime.

    http://WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

  2. vogliamo opposizione…veltroni vattene…..
    forza guzzanti….anche se votando il pd hai fatto una cazzata!!!!!!

Lascia un commento