Manovra economica, stretta sugli statali. Siete d’accordo?

di Michele Laganà 1

Foto: Ap/LaPresse

Dopo un consiglio dei ministri durato circa 5 ore, è stato approvato il Dl relativo alla riforma finanziaria 2001-2014. Le cifre dei giorni scorsi, sono state tutte confermate. 1,8 miliardi nell’anno 2011, 5,5 miliardi per il prossimo anno, mentre per l’anno 2013 sono 19,5 miliardi e nel 19 miliardi nel 2013, per un totale di circa 47 miliardi. Eliminata la tassa sui SUV quella che tanto aveva fatto discutere nei giorni scorsi, ora è previsto solamente un aumento del bollo per auto sopra i 225 kWh. Quindi una minima parte rispetto a prima.

[poll id=”79″]

Stretta anche sugli stati, visite fiscali fin dal primo giorno di malattia se in prossimità di giorni festivi. Eliminato il comma 33, che prevedeva il taglio dei contributi pari al 30% per le energie rinnovabili dal 2012. Decisione soft quella relativa all’età pensionabile delle donne, partirà dal 2020. Le donne, potranno andare in pensioni una volta compiuti e 60 anni e un mese di età.

I costi della politica. Altro argomento fondamentale e su cui in molti da parecchio tempo stanno discutendo, si allineeranno con quelli dei 6 paesi più grandi d’Europa. Non sono mancate le critiche da parte dell’opposizione, ma Berlusconi ha subito dichiarato:

Abbiamo agito con il buon senso dei padri di famiglia, in aula otterremo la fiducia”. Casini dichiara “Manovra stupida”, Bersanicolpo micidiale al sociale”.

Commenti (1)

  1. UNA POLITICA SERIA PROVVEDE A RIDURRE IL DEBITO DELLO STATO CON SACRIFICI DI TUTTI IN BASE AL LORO REDDITO O ENDRATE.HO DETTO DI TUTTI.NON E’MAI SUCCESSO! E NON CI CREDO

Lascia un commento