Manifestazione tassisti a Roma

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

E’ iniziato alle otto di questa mattina, lo sciopero dei tassisti che si concluderà solamente in tarda mattinata. Roma, dopo tre anni, riprova l’incubo degli scioperi dei tassisti, previsti in 5.500 ad occupare le strade della capitale, per manifestare il proprio malcontento. Con una manifestazione che colpirà le strade circostanti al Circo Massimo, e vicino alla Piazza Bocca della Verità, si prevede il blocco totale del traffico, in una delle zone nevralgiche della capitale.

Due sono i principali motivi per cui oggi, scendono in strada i tassisti. La prima è riguardante l’abusivismo, sempre più frequente che crea un danno non da poco a chi ha una valida licenza. Il secondo, è il sindaco Alemanno, il quale, non ha mantenuto tutte le promesse fatte durante la sua campagna elettorale.

Non tutti i tassisti parteciperanno alla manifestazione, alcuni hanno deciso di difendere il proprio diritti al lavoro, ed hanno ottenuto un presidio delle forze dell’ordine “a tutela del diritto di lavorare”. Tra i promotori della protesta, ci sono l’Unica Cgil, L’Api, la Federtaxi, la Lega Coop, Mit, Udf Fiumicino e l’Ugl; dalla parte dei “collaborativi”, invece, sono schierati l’Uri Taxi, la Uil Trasporti, l’Uti, la Cma, l’Atapl Caai e la Ciisa Taxi.

Il comune, si è già detto disponibile ad aprire un tavolo di trattative con i rappresentati dei lavoratori in comune per risolvere il problema quanto prima.

Lascia un commento