Salvini in Campidoglio mentre la Lega è da Mattarella

di Alba D'Alberto Commenta

Una Lega impegnata su più fronti, oppure una lega ormai divisa dalle personalità che ne fanno parte. Un dubbio quello che nasce sapendo che mentre una delegazione di Camera e Senato della Lega era a colloquio con il presidente della Repubblica, invece Salvini era in Campidoglio per manifestare contro Marino. 

La Lega Nord è stata accolta al Quirinale da Sergio Mattarella, il nuovo presidente della Repubblica che ha ascoltato le richieste molto difficili da esaudire, formulate dalla Lega Nord. In pratica ha chiesto che il presidente esorti Matteo Renzi al rispetto del Parlamento.

Il tutto accadeva mentre Salvini e un altro gruppo di parlamentari della Lega inscenava una protesta contro il sindaco di Roma Marino. Forse sono state le prove generali della manifestazione e dello sciopero di sabato e prossimo.

Dopo l’incontro con il Capo dello Stato, i delegati della Lega hanno dichiarato:

di farsi promotori presso la presidenza del Consiglio di avere maggiore rispetto dei parlamentari. Faccia capire al piccolo dittatore Renzi che siamo in una democrazia e deve rispettare il Parlamento.

Salvini si era presentato con una delegazione di Parlamentari al Campidoglio. Tutti indossavano una maglietta con su scritto: Renzi a casa. Poi si è arrivati alla declinazione “Marino a casa”. È stata poi Sel a prendere le difese dell’attuale Sindaco di Roma, srotolando lo striscione: “Salvini a casa, via i razzisti dalla capitale”.

Intanto, mentre in centro si sviluppava la baraonda, i movimenti che hanno aderito al contro-corteo, previsto sempre per il 14 marzo, hanno improvvisato una conferenza stramba a piazza Vittorio.