Hanno rapito Aldo Moro

di Angela Gennaro 1



16 marzo 1978. Sono passati 30 anni. Un eccidio e un sequestro. Che dopo 55 giorni arriverà a sua volta ad una fine terribile. La fine. I 55 giorni che cambiarono per sempre l’Italia. Che ormai era già cambiata. Via Fani, Zona residenziale di Roma, vicino a Via della Camilluccia. E’ presto, è mattino. I corpi degli agenti che facevano parte della scorta dell’Onorevole Moro. Carabinieri. 4 morti e un ferito. Morirà anche lui. E Aldo Moro scomparso, rapito.


Era il giorno della presentazione del nuovo governo, guidato da Giulio Andreotti. La vettura che trasportava Aldo Moro dall’abitazione alla Camera dei Deputati fu intercettata in via Fani da un commando delle Brigate Rosse.


In pochi secondi, sparando con armi automatiche, i terroristi uccisero i due carabinieri a bordo dell’auto di Moro (Domenico Ricci e Oreste Leonardi) e i tre poliziotti sull’auto di scorta (Raffaele Jozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi) e sequestrarono il presidente della Democrazia Cristiana. Come siano riusciti a non uccidere solo lui è un mistero. Rimase ferito – e la ferita mai curata. Ma vivo, perchè vivo dovevano averlo.

Oggi è il 16 marzo ed è il giorno della morte della scorta. Credo sia doveroso che l’attenzione si soffermi sulle persone che sono morte in via Fani. Non erano dei simboli, non erano dei boia, erano delle persone, delle brave persone, persone del popolo, persone buone piene di sogni, di speranze, di affetti che sono stati stroncati quel giorno

Agnese Moro, figlia di Aldo Moro, al microfono di Carla Manzocchi del GR 1 delle 8.


Sapevano che Moro probabilmente quella mattina avrebbe fatto quella strada. Erano in 11 a partecipare all’agguato, diranno poi le indagini. Erano travestiti da avieri – verrà ritrovato anche un cappello sul luogo dell’eccidio. Hanno caricato Moro e le sue due borse. Si sono sentiti dire da lui:

Mi lascino andare! Cosa vogliono da me?

Ne faranno ritrovare il cadavere 55 giorni dopo a Via Caetani, in una Renault 4 rossa. A Via Caetani. Tra la sede della DC. E la sede del PCI.

Commenti (1)

Lascia un commento