Berlusconi compra Dagospia?

di Redazione Commenta

Dagospia passa alla Mondadori – quindi a Silvio Berlusconi? Il sito di gossip di Roberto D’Agostino, in effetti, passerebbe di proprietà. E la pubblicità viene gestita da Il Sole 24 Ore. A riportare la notizia, oggi, è Wall Street Italia. Il sito di gossip di Roberto D’Agostino, Dagospia, sarebbe stato venduto alla Mondadori, e per WSI si tratta di più di un rumor. Non ci sono, però, ancora state conferme ufficiali da parte di Roberto D’Agostino rimane però solo una voce.

WSI se ne occupa non perché il rumor abbia riflessi sui mercati borsistici (Mondadori è quotata a Piazza Affari) ma perchè la cessione del più celebre e aggressivo sito di gossip in Italia rappresenta l’ultimo atto di un tentativo di “normalizzazione” sui media messo in atto dal premier Silvio Berlusconi, che di Mondadori è il proprietario

Certa è invece un’altra notizia, datata luglio: la pubblicità del sito in questione fa ora capo alla gestione de Il Sole 24 Ore, il quotidiano di Confindustria. Sta scritto proprio qui.

WSI parla, a tal proposito, di un evidente conflitto tra gli uomini della pubblicità di Mondadori e quelli del Gruppo 24 Ore. Sempre nel caso in cui la notizia del passaggio a Mondadori sia vera e venga confermata. In tempi di scandali e veline, però, una mossa del genere non stupirebbe. Qui il gossip – e oggi Berlusconi ha dichiarato e sentenziato ai giornalisti in conferenza stampa per la Finanziaria 2010: Ho chiesto ai ministri di non rispondere più a vostre domande di gossip. A me da qui in avanti potete fare solo” domande “di politica vera – la fa da padrone. Ed è un gossip che non parla solo di spettacolo e  TV: tocca politica, economia e finanza.

WSI richiama un articolo su Roberto D’Agostino e sul suo Dagospia. Articolo di Carlo Rossella uscito sul mensile Prima Comunicazione del settembre 2002.

Come altre 55mila persone, mi capita ogni giorno, o quasi, di ‘cliccare’ in Internet sul sito Dagospia.com. Non me ne vergogno affatto. Non sono come quei tipi o quelle tipe che, citando Novella 2000, dicono di non aver comprato la rivista ma di averla sfogliata dal barbiere o dal coiffeur. Dagospia.com è un attimo di relax in una giornata pesante o in una nottata noiosa. Ovviamente chi cerca Dagospia.com va a caccia di pettegolezzi, di gossip. ‘Ce n’è per tutti’, potrebbe essere questo lo slogan della testata web. Nessun vip (che parola orribile! non vedo perché la si continui a usare sui giornali) sfugge ai reporter del sito.

Ce ne sarà ancora per tutti?

Lascia un commento