Chi ben comincia è a metà dell’opera

di Paolo Riva 6

I sondaggi hanno sempre parlato chiaro: da molte settimane a questa parte è sempre stato Barack Obama a stare davanti con diversi punti di vantaggio dai 2 ai 12 punti. Ai dati attuali, basandosi sulle possibili promesse di voto e su come la gente si è registrata per la votazione, Obama è intorno ai 280 electoral votes.

Il punto cardine di questa sfida sarà sugli stati “contesi”, ovvero quelli dove i sondaggi non permettono di dire, con una sicurezza quasi assoluta, chi sarà il vincitore. Il fatto è che se McCain dovesse riuscire a vincere in tutti questi stati, comunque, dovrà conquistare uno degli stati che, secondo le previsioni, è in mano ad Obama.

Una sfida insomma che si preannuncia più che impossibile e che potrebbe definirsi chiusa già alle 2, se il North Carolina e la Florida dovessero finire nelle mani dei democratici. Ovviamente rimanete collegati con noi per saperne di più sui risultati di queste presidenziali live on PoliticaLive.com.

Commenti (6)

  1. Se partiamo dall’assunto che Obama conquisti tutti gli stati presi da Kerry nel 2004 (evento probabile al 99,43% secondo alcuni), gli occorrono solo 18 EV per vincere. Evitando i toss up states (tipo Florida, Ohio…) e prendendo solo gli stati in cui Obama guida ma non è sicuro (sempre secondo i sondaggi), avremmo 19 EV (parlo di Colorado, Nevada e New Mexico). Poi se vince un Virginia, un Ohio o un Indiana…beh, tanto di guadagnato. ^_^

    Come ho scritto oggi sul mio blog, per Virginia e Ohio c’è una certa speranza democratica, visto che nel 2005 e nel 2006 hanno eletto come governatori dei democratici, per questo più che su florida e North Carolina, io punterei su questi ultimi due Stati per avere un’idea di come andrà a finire questa notte elettorale.

  2. Al momento attuale sembra che la Virginia possa essere terra di Obama, mentre in Ohio pare che potrebbe vincere McCain. Questi i primi exit poll. Un aspetto importante questo per cominciare, specie se si pensa che chi vince in Ohio, solitamente, riesce anche a vincere le elezioni…

  3. A me però queste cose sanno tanto di “mitologia”. Ci sono i paesini del NH che hanno votato Obama, così come pure l’Harry’s Bar di Parigi, che ci azzeccano sempre, come ci dicono ogni 4 anni i commentatori delle elezioni USA. Insomma, tutte cose folkloristiche. ^_^

  4. Assolutamente. Ma in Indiana e in Kentucky sono iniziate lo spoglio delle urne e se in Kentucky la vittoria rep, annunciata, è attualmente confermata, la situazione in Indiana per i dem sembra più complicata con un punteggio sul 51-49.

  5. E infatti, stando ai primi risultati, l’Indiana diventerebbe democratico (55%vs45%).

  6. 51-48 ora in Indiana per i democratici 🙂

Lascia un commento