Porta a Porta, ecco il modellino di casa di Brenda

di Angela Gennaro 1

Porta a Porta, il modellino della casa di Brenda. Naturalmente.

Signore e signori, Bruno Vespa non si smentisce. Temevate di non vedere più cose del genere? Temevate di essere ormai orfani di modellini? Avevate “sognato”, fatto congetture, vi siete anche voi immedesimati in novelli detective de noantri con l’ormai celeberrimo modellino della casa di Cogne dove si consumò il terribile omicidio del povero piccolo Samuele, per il quale Anna Franzoni è stata condannata (e processata mediaticamente)?

Bruno Vespa ha risposto a questa esigenza tutta italiana stasera, stanotte, nell’odierna puntata di Porta a Porta. Eccolo lì: il modellino della casa di Brenda, il trans del caso Marrazzo. Morta. Mentre il suo cellulare è  sparito, il computer finito nell’acqua, e quant’altro.

E la migliore amica di Brenda, China, che parla e racconta, testimone di una storia, un mistero tutto italiano (per l’ennesima volta). Mistero che – naturalmente si spera di sbagliare, sia beninteso – non verrà svelato prima di una quarantina d’anni.

Commenti (1)

  1. veramente da manicomio… io non credo che vespa sia normale… non si vergogna a investigare e spulciare e odorare tra le cose private di un morto? solo perchè potrebbe interessare a qualche pettegola, allora deve diventare di dominio di vespa e della seconda serata di rai uno? cogne, garlasco, brenda, ecc. se ne parla fin troppo… siamo stufi di queste fantomtiche ricostruzioni… parliamo di fatti seri: dioccupazione, povertà, immigrazione, crisi economica… come fa vespa a trovare lo spazio per parlare di cose inutili?

Lascia un commento