Ucciso il numero due di al Qaida

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

Truppe della NATO hanno recentemente comunicato di aver ucciso il numero due di al Qaida, Abu Hafs al-Najdi, detto anche Abdul Ghani. Abdul Ghani sarebbe stato ucciso in un recente bombardamento nella provincia di Kunar. L’isaf nel comunicato precisa che Ghani “aveva diretto operazioni nella provincia, comprese azioni di reclutamento, addestramento al combattimento; recupero di armi e equipaggiamenti, amministrazione delle finanze di al Qaida e pianificazione di attacchi contro le forze afghane e della coalizione”.

Ghani, inoltre, avrebbe coordinato numero e clamorosi attacchi, come quello che ha visto la morte del capo tribale Malik Zarin.

Abdul Ghani aveva origini saudite, operava per lo più in Kunar e viaggiava frequentemente tra Afghanista e Pakistan.  Najdi si occupava anche del reclutamento, addestramento ed armamento dei guerriglieri e di ottenere finanziamenti per Al Qaeda.

Nell’ultimo mese le forza Nato hanno ucciso 25 dirigenti di Al Qaeda in una campagna preventiva in vista dei mesi estivi che tradizionalmente portano nuove offensive dei guerriglieri.

Lascia un commento