Morte Osama bin Laden: Cia temeva che fosse avvertito dal Pakistan

di D. Spagnoletto Commenta

Foto: AP/LaPresse

Dato che gli americani non hanno prodotto nessuna prova accettabile per sostenere il loro annuncio, e dato che gli stretti collaboratori non hanno confermato o smentito la sua morte, l’Emirato Islamico considera prematura qualsiasi asserzione al riguardo”, l’ha detto il portavoce dei talebani afghani Zabibullah Mijahid, che in comunicato via mail ha detto la sua sulla morte dello sceicco del terrore Osama bin Laden.

I talebani afghani non credono all’uccisione della guida di Al Qaeda, perché secondo loro gli Stati Uniti non avrebbe dato le sufficienti garanzie per offuscare ogni dubbio dall’operazione “Geronimo”.

In più la foto di bin Laden apparsa ieri sui media di mezzo mondo si è rivelata un falso, motivo che aumenta lo scetticismo dei simpatizzanti e non solo dell’ideatore degli attacchi alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001.

E’ notizia di poche minuti fa che il capo della Cia, Leon Panetta ha detto che gli Usa non hanno avvertito il Pakistan, paese in cui è avvenuta l’operazione americana, perché avevano il timore che Islamabad potesse avvertite Osama bin Laden.

Lascia un commento