Duplice attentato in Pakistan, almeno 87 morti

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

E’ di almeno 87 morti e circa cento feriti, il tragico bilancio del duplice attentato che ieri a colpito il Pakistan. L’attentato è stato subito rivendicato dai talebani, “vendichiamo la morte di Bin Laden”. Alcuni testimoni parlano di svariati colpi di arma da fuoco prima delle due esplosioni. L’attentato è avvenuto contro le Guardie di frontiera pachistane a Charsadda, una città poco distante dalla provincia nord-occidentale di Khyber Pakhtunkhwa.

Secondo le prime ricostruzioni, un primo uomo si sarebbe fatto esplodere all’ingresso del centro. Subito sono intervenute le forze di sicurezza che hanno isolato la zona. In molti dichiarano che sicuramente il bilancio dei morti potrebbe salire, viste le gravi condizioni in cui si trovano i molti feriti. L’obbiettivo di tale attentato, sarebbero state le reclute in congedo.

Le esplosioni sarebbe state due, la prima avvenuta da un attentatore suicida, che si è diretto in motocicletta contro gli uomini che rilasciavano il posto dove erano state reclutate per affrontare un congedo di circa dieci giorni. Il capo della polizia, ha indicato che gli uomini si trovavano tutti in abiti civili.

I talebani pakistani, avrebbero rivendicati l’attentato affermando che questo è stato solamente il primo attacco per rivendicare la morte di Osama Bin Laden.

Lascia un commento