Sparatoria a Firenze. Killer uccide due senegalesi

di Michele Laganà Commenta

 

Gianluca Cassieri, così si chiama il militante di Casa Pound di Pistoia, oggi ha preso in mano la sua Magnum 357 ed è andato in centro a Firenze per compiere l’estremo gesto. La sua rabbia nei confronti delle persone Senegalesi lo ha portato a sparare più volte in centro a Firenze, uccidendo tre persone e poi ad uccidersi lui stesso. Questo ultimo dato, ancora da verificare.

La prima raffica di colpi è stata sparati nei pressi del mercato di piazza Dalmazia, nella zona nord della città. Cassieri in un primo momento è iniziato a scappare verso la sua macchina, quando ha trovato un proprietario di un banco che cercava di bloccargli la strada, lui gli ha puntato la pistola contro “Fossi in te ci penserei…”. L’uomo è poi scappato fra i banchi del mercato.

Durante la sua fuga è stato immortalato in diverse fotografie che lo ritraevano anche mentre saliva in automobile. Cassieri è stato poi bloccato all’interno di un parcheggio a San Lorenzo, era morto. Sul posto sono subito intervenute le autorità competenti ed in questi minuti stanno arrivando anche i rappresentanti della comunità senegalese di Firenze.

Le persone morte era dei venditori ambulanti che frequentavano normalmente il mercato, non avevano mai dati fastidio a nessuno come hanno dichiarato anche gli altri proprietari dei banchi. La seconda sparatoria è avvenuta davanti ad una pizzeria dove il killer punta la pistola contro un altro senegalese, il quale scappa verso i banchi del mercato, altri colpi di pistola e poi la morte. A questo punto il killer è scappato verso il parcheggio dove poi è stato ritrovato morto.

 

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento