Il Presidente Napolitano favorevole alla riforma del Senato

di Alba D'Alberto Commenta

 Due giorni fa Matteo Renzi è diventato segretario del Pd dopo avere ottenuto il 68% alle primarie. Nel suo discorso, Renzi ha parlato di tante cose tra cui la possibile abolizione del Senato in quanto l’esistenza di due Camere è più un intralcio che un’utilità per il Paese, per la sua politica e per fare le leggi.
Oggi il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano parla della questione delle riforme istituzionali su cui si è sempre mostrato interessato. In un convegno su innovazione, ricerca e salute al Senato, Napolitano ha affermato di essere favorevole a una possibile modifica del Senato per rendere il parlamento più efficiente. Il Presidente della Repubblica ha detto: “Sono convinto che sia possibile tagliare le ridondanze e qualificare in modo nuovo ed essenziale il Senato”.
Giorgio Napolitano ha portato l’esempio della Francia, dove il Senato è stato riformato senza polemiche ma con il contributo dei senatori stessi.
Il Presidente ha poi parlato delle polemiche che riguardano la politica italiana sempre più spesso. Il Capo dello Stato ha invitato i politici a svolgere il dibattito sui problemi reali del Paese concentrandosi sulle riflessioni e sullo scambio di opinioni. Il riferimento è alle polemiche anche quando non ci sono elezioni in vista. A tal proposito il Presidente ha affermato che: “il frastuono delle polemiche politiche e così dannatamente sempre elettorali anche quando non ci sono elezioni dietro l’angolo per quanto sia di moda invocarle in ogni momento”. Per Napolitano l’Italia vive  un clima che non è di fiducia ed è necessario reagire soprattutto pensando ai giovani.