Gli ipotetici Ministri di un Governo Renzi

di IsayStaff Commenta

Matteo Renzi è pronto a ‘dare il cambio’ (non proprio pacifico) a Enrico Letta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Lo scenario che si profila è quello di un passaggio di consegne senza passare dal voto, con Renzi in carica come Premier da qui al 2018.

L’attuale Segretario del Partito Democratico avrebbe già in tasca la lista dei Ministri del suo Esecutivo. Ecco quali sarebbero.

Vicepresidenza del Consiglio: confermato il leader di Ncd Angelino Alfano al quale, però, verrebbe tolta la responsabilità del Viminale.

Interni: Al Viminale potrebbero andarci Graziano Delrio o Dario Franceschini.

Economia: via Fabrizio Saccomanni. Al suo posto Andrea Guerra, amministratore delegato di Luxottica, o il Professor Tito Boeri.

Esteri: qui siederebbe proprio Enrico Letta, ma se quest’ultimo dovesse declinare, Emma Bonino rimarrebbe al suo posto.

Giustizia: non più spazio per Anna Maria Cancellieri. Al suo posto siederebbe Michele Vietti, vicepresidente del Csm.

Lavoro: il candidato più accreditato per sostituire Enrico Giovannini è Guglielmo Epifani, ex sindacalista e segretario del Pd nel momento di passggio tra Bersan e Renzi. Anche per questa poltrona, però, si fa il nome di Tito Boeri, come già detto per ciò che concerne il dicastero dell’Economia.

Sviluppo Economico: a sostituire Flavio Zanonato potrebbe essere un giovane della minoranza dem, ovvero Maurizio Martina.

Difesa: ci sono due donne in attesa di rimpiazzare Mario Mauro. Si parla infatti di Federica Mogherini. già componente della segreteria Pd, e Roberta Pinotti.

Cultura: Il dicastero, attualmente in mano a Massimo Bray, potrebbe andare allo scrittore Alessandro Baricco o allo storico e giornalista Paolo Mieli.

Infrastrutture: via Maurizio Lupi di Ncd. Al suo posto potrebbe sedere il sindaco Pd di Bari, Michele Emiliano, che sta per terminare il mandato.

Agricoltura: l’erede della dimissionata Nunzia De Girolamo, potrebbe essere il fondatore di Eataly Oscar Farinetti.

Riforme: sostituirebbe Gaetano Quagliariello la giovane esponente della segreteria Pd Maria Elena Boschi.

Trasporti: la delega dovrebbe restare in mano a Maurizio Lupi.

Rapporti con il Parlamento: a Dario Franceschini potrebbe succedere l’attuale vice presidente della Camera, Roberto Giachetti.

Ambiente: conferma per Andrea Orlando, che è a favore di Renzi Premier.

Sanità: conferma per Beatrice Lorenzin.