Sardegna: si vota oggi per il nuovo Governatore

di IsayStaff Commenta

Sono in programma per la giornata di oggi le elezioni regionali in Sardegna. A distanza di cinque anni, pertanto, è nuovamente il momento di scegliere il successore di Ugo Cappellacci al vertice della regione a statuto speciale.

Però è proprio il presidente uscente il candidato da battere. Cappellacci cerca una conferma per il secondo mandato. A soffiargli il posto di governatore ci sono molti cncorrenti. Non vi è però nessun rappresentante del MoVimento 5 Stelle.

Il partito di Beppe Grillo, malgrado l’exploit delle scorse elezioni politiche, quando si impose come primo partito dell’isola, guadagnando il 30% dei voti, ha infatti scelto di non partecipare alle elezioni regionali, successivamente ai problemi emersi all’interno della formazione, che ha portato il leader comico a non permettere l’utilizzo del simbolo a nessuna lista, chiudendo, così, bruscamente, il “caso Sardegna”.

Le acque sono molto mosse anche nel Pd, dove la vincitrice delle primarie di settembre e parlamentare europeo Francesca Barracciu a fine 2013 ha deciso di rinunciare alla candidatura a seguito dell’iscrizione al registro degli indagati per un’inchiesta sui fondi di alcuni gruppi consiliari.

I candidati

Ecco, dunque, quali sono i candidati al ruolo di Governatore in Sardegna:

Ugo Cappellacci: candidato per Forza Italia, Unione di Centro, Fratelli d’Italia, Unione democratica sarda, Zona Franca – lista Randaccio e Riformatori sardi.

Francesco Pigliaru: candidato per Partito democratico, Sinistra, Ecologia e Libertà, Italia dei Valori, Partito socialista italiano, rifondazione comunista, Comunisti italiani, Centro democratico, Verdi, Partito dei Sardi, Rosso Mori, Indipendèntzia Repùbrica de Sardigna e Unione popolare cristiana

Michela Murgia: Sardegna Possibile – Progres, Gentes, Comunidades

Mauro Pili: Unidos, Mauro Pili presidente, Fortza Paris-Azione Popolare Sarda, Soberania

Gigi Sanna: Movimento Zona Franca

Pier Francesco Devias: Fronte indipendentista Unidu

Si vota nella sola giornata di oggi, domenica 16 febbraio 2014