Gemelline scomparse: “Riposano in pace!”

di Michele Laganà Commenta

Spread the love
Foto: Ap/LaPresse

Si potrebbero concludere qui le ricerche delle due gemelline scomparse a Bergamo ma sia la mamma che la polizia non si vuole arrendere a quella che ieri sera sembra essere stata la confessione finale del padre. In una lettera inviata ad Irina, la mamma delle due bambine, dove diceva: «le bambine riposano in pace, non hanno sofferto», nessuno vuole arrendersi a questi triste realtà e continuano le loro ricerche.

Si presume sia stato un omicidio tramite avvelenamento, ipotesi avanzata dalla polizia, dopo aver controllato che il padre aveva visionato diverse pagine internet su veleni micidiali. Altri ipotesi sono quelle che il padre ha gettato le figlie in un pozzo, storia purtroppo già nota alle cronaca Italiana.

Alcune indiscrezioni che arrivano dalla polizia, dicono anche che il padre potrebbe aver visto quelle pagina per compiere il gesto su di se e non sulle figlie. Staremo a vedere, intanto proseguono le indagini e le ricerche da parte della polizia.

Certo, ora come ora, le speranze sembrano veramente poche.

Lascia un commento