De Magistris, il magistrato che non “buca”

di Angela Gennaro Commenta



Caso De Magistris. Caso De Magistris? Che??? Qualcuno cascherà dal pero. In effetti non viene molto pubblicizzato o “coperto” quel che sta accadendo. Il Consiglio Superiore della Magistratura ha chiesto gli atti alla Procura di Salerno.


Oggi il tema in gioco è se tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge? Faccio le corna, ma dopo che mi hanno tolto le inchieste resta solo l’eliminazione fisica

Queste le parole del P.M. di Catanzaro Luigi De Magistris un po’ di tempo fa. La Procura Generale ha avocato l’inchiesta, a seguito dell’iscrizione dell ministro Clemente Mastella nel registro degli indagati.

Un’inchiesta, quella di De Magistris, che, secondo alcuni, svelerebbe un sostrato malato nel mondo paraistituzionale italiano attraverso apposite società miste di cui farebbero parte politici, magistrati, imprenditori e mafiosi.


Sequestrati procedimenti ”Poseidone” e ”Why not”: qui l’articolo di ieri di Antimafia Duemila. La rete ne parla, Google News dà un numero non piccolo di risposte, ma… Il mainstreaming? Come va la copertura del grande schermo? Come va la copertura delle Prime Pagine, anche online? Lì, sicuramente, De Magistris non c’è.


Leggo su Antimafia Duemila:

i pm campani dedicano circa 100 pagine all’enunciazione dei dettagliati capi d’accusa formulati tra gli altri, a carico di diversi magistrati in servizio a Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta su presunti illeciti che sarebbero stati commessi per compromettere le attivita’ d’indagine condotte dall’allora pm Luigi de Magistris, recando a lui ed ai suoi collaboratori piu’ danni possibili


100 pagine da parte dei pm. Assai meno da parte della stampa. Varrebbe la pena che un giornalista illuminato provasse a capire, e a raccontarci la cronistoria dei meri fatti. Poi, a ognuno la propria valutazione.


E non si tratta solo di capire dove sia, se vi sia, la Giustizia. Che fine abbia fatto in un’Italietta sempre più -etta.


L’ex Ministro Mastella oggi:

SE C’E’ COMPLOTTO SU DE MAGISTRIS IO CHE DEVO DIRE?



Dice che la sua fiducia nella Giustizia è stata messa a dura prova. Pensare che era Ministro della Giustizia. Pensare che De Magistris era un magistrato. Dovunque riposi, inascoltata e imperturbabile la Verità, non sarà mai dato sapere. E’ dato e dimostrato il solito: la malattia.


Non ricordo momento in cui non si potesse contare su di lei.


Lascia un commento