Gabriella Carlucci, genio informatico

di Angela Gennaro 4

La proposta di legge per regolamentare Internet dell’Onorevole Gabriella Carlucci? Scaltrezza di questi giorni. Potevano fare un .pdf, potevano farlo su un altro pc, potevano inventarsi l’account Pippo Pippo. Ma no, perché? La democrazia parte da Internet, ma è necessaria la tracciabilità dell’utente, dice l’Onorevola. Sul blog di Stafano Quintarelli un interessante dibattito sui contenuti della proposta. Nel fattempo, invece, quanto Massimo Mantellini riporta sul suo weblog ha dell’esilarante.

Era nell’aria da un po’ l’intenzione dell’ex showgirl di proporre un disegno di legge (Atto Camera n. 2195) “per assicurare la tutela della legalità nella rete internet e delega al Governo per l’istituzione di un apposito comitato presso l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni”. Il titolo è: Proposta di legge per “Internet territorio della libertà, dei diritti e dei doveri”. Provate a scaricare dal sito della Carlucci il .doc, e banalmente a verificarne le “proprietà”.

Almeno non usate il file .doc, titola Mantellini. Perché? Perché l’autore del documento è, come scoperto da Guido Scorza, temibile (per alcuni) guru di successo del legal IT, la Rete sa leggere. E ci vede benissimo quando nota che l’autore del .doc è tale Davide Rossi. Potrebbe trattarsi di questo Davide Rossi? E il titolare della licenza Office è l’azienda UNIVIDEO, Unione Italiana Editoria Audiovisiva.

La proposta di legge di Gabriella Carlucci per “regolamentare Internet” è in realtà l’ennesimo goffo provvedimento “antipirateria” mascherato da qualcosa d’altro

scrive Mantellini.

E sulla chicca dell’autore del documento, la Rete, che non dimentica, fa notare da più parte che l’ex showgirl (che non possiamo non ricordare anche così) non è nuova a tali “stranezze”. Dopo il servizio delle Iene, che vale sempre la pena….

Non è nuova, si diceva, la mai troppo “compiantemente” ex showgirl, punta di diamante della televisione italica, da Alghero alla puglia passando per Roma. Leggete pure qui.

Commenti (4)

  1. Sono felice che la notizia stia girando in rete, però vorrei far presente che non è stato Guido Scorza a scoprire l’autore del file .doc, che solo in serata ha pubblicato il suo articolo sul blog, ma già ad inizio pomeriggio del 7 marzo la cosa era stata smascherata:
    http://blog.webnews.it/06/03/2009/ecco-il-disegno-di-legge-firmato-da-gabriella-carlucci/#comment-9633

  2. grazie per la segnalazione Michele. mi pare che nè l’Onorevole Carlucci nè Univideo abbiano ancora dato la loro versione dei fatti, no?

Lascia un commento