Brigate rosse, due arresti a Milano

di D. Spagnoletto Commenta

 Il personale dell’Antiterrorismo delle Digos di Roma e Milano hanno arrestato due persone, accusate di appartenere alle Brigate rosse. I presunti brigatisti sono stati catturati questa mattina nel capoluogo lombardo. L’Antiterrorismo ha eseguito un provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Roma, Dr. Caivano, su richiesta del Pool Antiterrorismo della Procura della Repubblica di Roma diretto dal Procuratore Aggiunto, Pietro Saviotti. Ai due viene mossa l’accusa di associazione terroristico-eversiva, costituita in banda armata, denominata “per il comunismo Brigate Rosse”. Altri appartenenti a questo gruppo terroristico erano stati arrestati dalla Digos di Roma nella scorsa estate.

V.C., uno degli uomini arrestati, è stato trovato in possesso di materiale informatico che delinea i criteri e le modalità di criptazione dei documenti per finalità eversive. Nel documento sono scritte le indicazioni per usare al meglio il pc “una specie di codice di condotta che consigliamo ai militanti rivoluzionari”, evitando i controlli della agenti di pubblica sicurezza per non farsi “tracciare” in rete.

Lascia un commento