Scandalo News of The World, Brooks arrestata e rilasciata su cauzione

di Michele Laganà Commenta

Foto: Ap/LaPresse

Pian piano stanno rotolando una dopo l’altra le teste che hanno fatto parte delle varie intercettazioni messe in piedi dal News of The World. Dopo le dimissioni di Rebekah Brooks, sono arrivate anche quelle del capo di Scotland Yard. Nella giornata di ieri, la Brooks, è stata arrestata dalla polizia, ma già alle 2:00 di notte era stata rilasciata su cauzione.

La Brooks, si era presentata volontariamente nel commissariato di Londra alle 12 di ieri, quando gli agenti hanno portato a termine l’arresto della donna, poi rilasciata, come già detto, alle ore 2:00 di notte su cauzione. Il capo di Scotland Yard, Paul Stephensons, si è dimesso in quanto anche lui avrebbe fatto parte allo scandalo News of The World. Stephensons aveva forti legami con l’ex vicedirettore di News of The World, “Non avevo idea della portata dello scandalo”.

Non sono mancati i commenti da parte di Cameron, il quale in merito alle dimissioni del capo di Scontland Yard, ha dichiarato: “comprendere la sua decisione”. “L’importante adesso è che la polizia faccia il possibile perché l’inchiesta sulle intercettazioni e sulla corruzione della polizia proceda con il massimo della rapidità, con piena fiducia dell’opinione pubblica e con la leadership e le risorse per portarla a una efficace conclusione”.

Tra i nomi dei personaggi famosi intercettati dal gruppo organizzato da News of The World, escono i nomi di David Backham, Jude Law, ma anche il cantante Paul McCartney era nel mirino delle intercettazioni organizzate dal News of The World. Insomma, uno scandalo sempre più grande, che non sembra arrestarsi ma sicuramente, mieterà ulteriori vittime nel mondo del giornalismo britannico.

Lascia un commento