Santoro e la puntata riparatrice

di Angela Gennaro 1

buoni aiuti

“Dopo l’ultimo numero di Annozero – dichiara Paolo Bonaiuti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – siamo preoccupati per Santoro che si esalta come paladino della libertà di espressione! Qualcuno ricordi a Michele la favola di Fedro e la fine della rana che scoppiò, a forza di gonfiarsi per somigliare al bue”.
L’importante è che scoppio da solo.

Michele Santoro

Questo è il benvenuto appena si approda sul sito.

Comunque la pensiate, benvenuti…. Michele Santoro non si è esattamente adeguato. Ringrazia il Comitato di Redazione del Tg2. E parla con i lettori de Il Giornale. Ma come, un giornale che è stato in prima linea per difendere la libertà della satira. Per Berlusconi, Noi siamo un Tg4 fatto bene.

La puntata è incentrata sulla ricostruzione in Abruzzo. Una prima stima – ma la cifra è destinata a crescere – parla di 12 miliardi di euro. Santoro titola Caccia all’abusivo. Il rischio di infiltrazioni mafiose nella gestione dei fondi è alto, perché molti sono i soldi che arriveranno qui, e sui quali la politica dovrebbe titolare.

Guardate la puntata. E date un vostro giudizio in termini di polemiche in corso. Santoro non ci pensa neanche lontanamente a redimersi (a seconda dei punti di vista). Nella puntata di Annozero, il programma di Michele Santoro andato in onda su Raidue giovedì 16 aprile, le voci non mancavano.

Sandro Ruotolo in collegamento dalle zone terremotate e dalla città de L’Aquila. Ospiti in studio sono l’on. Niccolò Ghedini del Popolo della libertà (che non ha apprezzato l’intervista all’archeologo Settis e men che mai l’intervento di Marco Travaglio), l’on. Antonio Di Pietro de L’Italia dei valori, il giornalista del Sole24Ore Mariano Maugeri e il Capo della Sala Italia della Protezione Civile Titti Postiglione. Nonchè la satira di Sabina Guzzanti. E la grande assenza di Vauro – vignettista satirico a casa in quanto sospeso.

Commenti (1)

Lascia un commento